Atalanta, ora altri tre punti col Torino Per una Europa sempre più vicina

Atalanta, ora altri tre punti col Torino
Per una Europa sempre più vicina

Un mercoledì fantastico. Europa ancor più a portata di mano dopo le tre reti rifilate, con estrema disinvoltura, al Benevento.

I gol sarebbero stati addirittura quattro se De Roon (autore di un’altra brillante prova) non fosse inciampato sull’erba sul dischetto del rigore. Ma non passiamo per cannibali, tenuto conto della pochezza degli avversari di turno. A cinque giornate dalla conclusione abbiamo riagguantato il settimo posto, ovvero la posizione di accesso alla prossima Europa league.

I giochi sono sempre aperti essendoci la bellezza di quindici punti in palio. Per un ulteriore avvicinamento all’ambizioso obiettivo servirà battere il Torino domenica prossima a Bergamo. Pure l’ex nerazzurro e bergamasco doc Damiano Zenoni, collegato mercoledì in diretta con Tutto Atalanta, ha sentenziato le possibilità di un immediato ritorno della squadra in Europa League. Si tratta di previsioni (nonché auspici) figlie di razionalità e non di parte.

Anche a Benevento i nerazzurri hanno giostrato secondo l’ esigente copione preteso in ogni frangente sul manto erboso da mister Gianpiero Gasperini legato cioè al suo singolare credo calcistico. Fiducia e ottimismo, inoltre, giungono dal ritrovato smalto di Papu Gomez la cui rete è stata a lungo applaudita persino dagli sportivissimi tifosi locali. Per non parlare dell’esibizione del diciannovenne Musa Barrow che ha confermato non solo di poter far parte della combriccola di serie A, ma anche di imporsi da brillante protagonista nel giro di poco tempo. Insomma, Atalanta, avanti così.


© RIPRODUZIONE RISERVATA