Atalanta, Reja schiera i gladiatori Con la Roma una partita tutta grinta
Giulio Migliaccio

Atalanta, Reja schiera i gladiatori
Con la Roma una partita tutta grinta

L’ennesima prova di maturità per chiudere i conti in anticipo, all’inizio di un trittico che sarà comunque decisivo per l’Atalanta. Al Comunale arriva la Roma, un’armata che fa paura, guidata da un condottiero che ha avuto il merito di ridare entusiasmo ad una piazza e ad una squadra abbacchiata dall’esperienza Garcia, illusa e poi delusa.

Si gioca all’ora di pranzo e dopo le ultime due vittorie tra le mura amiche vedremo se l’appetito vien mangiando per i ragazzi di Reja. Da un Bologna ormai tranquillo ad un Milan irriconoscibile (6 punti comunque meritati e chiave per la salvezza atalantina) adesso questa è davvero la partita che può dare una maggior idea sul momento della formazione, senza illudersi troppo, visto che le assenze saranno tutte dalla parte dei bergamaschi. Su tutte quella di Alessandro Diamanti, l’ago della bilancia nei match vinti al Comunale, capace di rendere al massimo in quella che è sempre stata la sua posizione naturale, fantasista dietro la punta. All’assenza dell’ex Livorno si aggiunge anche quella del metronomo atalantino De Roon e quella di Cigarini, i due della mediana out per squalifica, rilanciati dal 4-2-3-1 di Reja, che sarà così costretto a inventarsi un nuovo centrocampo.

Il Papu Gomez

Il Papu Gomez

Di necessità virtù dovrà fare il tecnico atalantino, che si trova con i centrocampisti contati e avrà a disposizione 4 scelte: Gagliardini dovrebbe essere quello destinato alla panchina, mentre Migliaccio guiderà la squadra affiancato da Kurtic e Freuler. Intoccabile Gomez a sinistra, D’Alessandro rientra tra i titolari con il compito di spingere sulla fascia destra. Dubbio in attacco, in ottica tre partite: Borriello potrebbe essere l’uomo adatto per provare a sfondare il muro giallorosso, un’arma in più per un giocatore che avrà spirito di rivalsa contro la sua ex Roma.

L’avversario non si discute, il mercato invernale ha fatto il resto oltre all’impronta di Spalletti, che ha avuto il coraggio di fare scelte azzardate per una piazza di cuore come quella romana, ma logiche, pensando ai due senatori Totti e De Rossi, con un secondo posto ancora raggiungibile. Di fronte però avranno un’Atalanta che vuole continuare la tradizione favorevole tra le mura amiche dell’ultima settimana , ripetere l’impresa dell’andata e la grande festa al ritorno della squadra dalla Capitale.

Probabili formazioni

Atalanta (4-3-3): 57 Sportiello; 5 Masiello, 3 Toloi, 29 Paletta, 93 Dramè; 27 Kurtic, 8 Migliaccio, 11 Freuler; 7 D’Alessandro, 22 Borriello, 10 Gomez. A disp.: 1 Radunovic, 28 Brivio, 33 Cherubin, 2 Stendardo, 6 Bellini, 77 Raimondi, 4 Gagliardini, 13 Gakpé, 24 Conti, 45 Monachello, 51 Pinilla. All.: Reja

Roma (4-3-3): 25 Szczesny; 24 Florenzi, 2 Rüdiger, 44 Manolas, 3 Digne; 4 Nainggolan, 15 Pjanic, 20 Keita; 11 Salah, 9 Dzeko, 8 Perotti. A disp.: 26 De Sanctis, 5 Castan, 87 Zukanovic, 35 Torosidis, 13 Maicon, 6 Strootman, 14 Iago Falque, 48 Uçan, 16 De Rossi, 21 Vainqueur, 22 El Shaarawy, 10 Totti. All.: Spalletti

Arbitro: Irrati di Pistoia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA