Atalanta, un ko da archiviare subito Coppa Italia ed Europa sono alle porte

Atalanta, un ko da archiviare subito
Coppa Italia ed Europa sono alle porte

Perdere contro la capolista ci può stare (anche se tra le polemiche), ma ora sotto con le prossime sfide.

Partiamo subito da un punto fermo: contro il Napoli non si è vista la migliore Atalanta, né come gioco né come forma fisica. Se poi concedi alla capolista due giocatori come Gomez e Ilicic, decisamente poco in partita, la sconfitta è da mettere in preventivo, al di là delle polemiche sulla regolarità del goal di Mertens. Ma questa Atalanta deve lasciarsi subito alle spalle il passo falso di domenica e concentrarsi verso le prossime sfide.

Campionato, Europa League e Coppa Italia chiamano i nerazzurri ad una serie di match da far tremare i polsi, e se i nerazzurri torneranno nella forma fatta vedere prima della sosta di campionato (vittorie esterne a Napoli e Roma) non si parte battuti, anzi. Mettere in discussione di colpo le qualità della squadra nerazzurra dopo la sconfitta con il Napoli apare decisamente ingiusto e fuori luogo: eppure, al fischio finale dell’arbitro Orsato a TuttoAtalanta (su Bergamo Tv), sono piovuti messaggi di scoramento.

Ecco, non scherziamo e vediamo di ritrovare il giusto equilibrio nelle valutazioni, anche perché stiamo parlando della stessa squadra che ha espugnato l’Olimpico dando una bella lezione di calcio alla Roma, almeno fino a quando si è giocato 11 contro 11. Nervi saldi, quindi, e sotto con le prossime partite: il campionato, i sedicesimi di Europa League e la semifinale di Coppa Italia. Ricordandoci magari ogni tanto i non lontanissimi tempi in cui si facevano calcoli su calcoli con il solo obiettivo di una tranquilla salvezza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA