Atalanta, un unico obiettivo: tre punti Per il Palermo è l’ultima spiaggia

Atalanta, un unico obiettivo: tre punti
Per il Palermo è l’ultima spiaggia

Prova ambiente caldo per l’Atalanta. C’è aria di ultima spiaggia in casa del prossimo avversario, il Palermo, che per il match al Barbera alle 15 ha chiamato a raccolta a prezzi scontati i propri tifosi per provare l’impresa e risalire in classifica per evitare la retrocessione.

Sono lontani i tempi del grande Palermo, con un’Atalanta che sapeva però dare sempre filo da torcere ai siciliani più belli, tra tutti quelli di Guidolin. Se da una parte il presagio di aria di smobilitazione sembra avanzare da mesi, nel giro di pochi anni le parti si sono così invertite, ed è l’Atalanta ad essere in lotta per orizzonti europei.

La solita Atalanta possiamo dire, perché mister Gasperini sembra sempre orientato a confermare gli undici che stanno facendo meraviglie anche in questa prima parte di 2017. C’è solo un grande unico dubbio che fa sorridere per quanto il settore giovanile atalantino continua a dare: intanto ci sono 4 difensori per tre posti con il ballottaggio tra Zukanovic e Toloi, ma tra non molto anche Bastoni potrà giocarsela con giocatori ben più esperti rispetto all’ultimo giovane gioiello nerazzurro.

Il segreto di questa Atalanta? Più passa il tempo e più ci si accorge che non è uno solo, anzi. In sala stampa mister Gasperini quasi ogni settimana mette in evidenza le capacità di uno dei suoi ragazzi. Stavolta è toccato agli esterni Conti e Spinazzola: giovani, perfetti in entrambe le fasi, vogliosi di entrare nel calcio che conta, due giocatori che Bergamo spera di gustarsi il più a lungo possibile. Gomez uomo simbolo? Per il tecnico piemontese il vero leader è la squadra e mai come in questi mesi si può dire che la risposta sia quella azzeccata.

L’avversario è di quelli che eviteresti volentieri: per i palermitani servirà un’impresa, la prima di una lunga serie, con il morale un po’ più alto del solito dopo l’ultimo successo e l’arrivo di un nuovo tecnico che punta a rilanciare una formazione che merita il piazzamento in classifica. All’andata finì con la vittoria rosanero, i mugugni del pubblico nerazzurro, la crisi di risultati atalantina e una risalita bellissima, inaspettata, da sogno, con il riscatto dei giocatori e del tecnico criticato dai media locali. C’ è una rivincita da prendersi, in una serata che fu sfortunata per un’Atalanta che non meritava la sconfitta. Proseguire con i tre punti, questo il compito, prima del Crotone e d’incontrare le grandi: tra un mese ne sapremo di più.

Probabili formazioni

Palermo (4-3-3): 1 Posavec; 3 Rispoli, 6 Goldaniga, 12 Gonzalez, 97 Pezzella; 25 Henrique, 28 Jajalo, 18 Chochev; 11 Embalo, 30 Nestorovski, 8 Trajkovski. A disp.: 55 Marson, 44 Sunjic, 4 Andelkovic, 89 Morganella, 19 Aleesami, 2 Vitiello, 15 Cionek, 14 Gazzi, 23 Diamanti, 22 Balogh, 20 Sallai. All. Lopez.

Atalanta (3-4-1-2): 1 Berisha; 5 Masiello, 13 Caldara, 3 Toloi; 24 Conti, 11 Freuler, 19 Kessie, 37 Spinazzola; 27 Kurtic; 29 Petagna, 10 Gomez. A disp.: 91 Gollini, 31 Rossi, 6 Zukanovic, 95 Bastoni, 77 Raimondi, 88 Grassi, 7 D’Alessandro, 87 Mounier, 9 Pesic, 4 Cristante, 43 Paloschi, 33 Hateboer. All. Gasperini.

Arbitro: Orsato di Schio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA