Atalanta vicinissima all’Europa Ecco perché non è ancora aritmetica

Atalanta vicinissima all’Europa
Ecco perché non è ancora aritmetica

Il pareggio con il Milan , avvicina i neroazzurri al traguardo dell’Europa League. Ecco perché non è ancora aritmetico.

Il gol di Masiello è un gol pesantissimo, forse il più importante della stagione per i nerazzurri. Con il pareggio contro il Milan (qualificato all’Europa League ancora da decidere se al sesto o settimo posto), i nerazzurri si avvicinano all’obiettivo ma non lo raggiungono ancora. Ecco perchè.

La squadra di Gasperini sale a +3 sulla Fiorentina con la quale è in parità negli scontri diretti e una differenza reti favorevole di +7. Quindi decisivo sarà l’ultimo turno, sia per decidere la qualificazione sia per il piazzamento: il sesto posto (ora ad appannaggio dei rossoneri) garantisce la qualificazione diretta, il settimo (quello odierno dell’Atalanta) passa attraverso i preliminari.

Nel prossimo turno si giocheranno le partite Milan-Fiorentina e Cagliari-Atalanta. Se il Milan vince è sesto e l’Atalanta è settima. Se il Milan pareggia o perde, si potrebbero riaprire i giochi per il sesto posto, ma solo se l’Atalanta batte il Cagliari che però è in lotta per retrocedere. La qualificazione, dunque, salta solo se Cagliari-Atalanta finisce 7-0 e contemporaneamente Milan-Fiorentina 0-1, oppure 1-0 e 0-7 o 4-0 e 0-4.

La Sampdoria, sconfitta dal Napoli, perde ogni possibilità.

La classifica:
6. MILAN 61
7. ATALANTA 60
8. FIORENTINA 57
9. SAMPDORIA 54


© RIPRODUZIONE RISERVATA