Basket, lo scudetto tricolore di Bologna fa esultare il bergamasco Flavio Carera
Esultanza della Virtus (Foto by Ansa)

Basket, lo scudetto tricolore di Bologna
fa esultare il bergamasco Flavio Carera

Flavio Carera, storico capitano della Nazionale, esulta per lo scudetto tricolore conquistato venerdì 11 giugno dalla Virtus Bologna della quale è da sempre super tifoso.

È raggiante il bergamasco cinquantottenne Flavio Carera (129 presenze con la Nazionale azzurra nonché capitano della stessa) per lo scudetto tricolore conquistato venerdì 11 giugno dalla Virtus Bologna della quale è da sempre super tifoso. «Titolo di campione d’Italia strameritato dal quintetto bolognese – commenta – che ha sovvertito magicamente i pronostici largamente favorevoli a Milano. La formazione per la quale tifo sin da ragazzino ha messo in ginocchio i lombardi in quattro partite su quattro: meglio di così non poteva proprio fare!».

Flavio Carera

Flavio Carera
(Foto by Archivio)

Sì, vale la pena sottilineare che la formazione felsinea si è imposta in rapida successione nelle doppie gare disputate in trasferta e nelle successive tra le mura amiche. In quella del trionfo finale Bologna ha prevalso per 73-62 al termine di un match che l’ha vista in difficoltà nella frazione iniziale (19-24). Nella seconda, però, si è ricompattata andando al riposo lungo per 22-19. I capolavori nella terza e ultima con parziali rispettivamente a quota 14 a 8 e 18-11. «Negli ultimi dieci minuti di gioco – aggiunge Carera – è uscita la maggior freschezza fisica di Bologna e per i milanesi non c’è stata più storia». Erano vent’anni che Bologna non cuciva sulle maglie il tricolore, una eternità per un club tanto blasonato e seguito come quello del capoluogo dell’Emilia-Romagna. Carera, che calcisticamente è incrollabile supporter dell’Atalanta, ha concluso: «Per me si è trattato di una stagione sportiva da incorniciare considerando le immense gioie che mi hanno regalato i nerazzurri e il pallone a spicchi». Come dargli torto?


© RIPRODUZIONE RISERVATA