Boga è nerazzurro: «Con l’Atalanta un matrimonio perfetto» - Video

La società nerazzurra ha comunicato l’acquisto a titolo temporaneo con obbligo di riscatto del calciatore Jérémie Boga dal Sassuolo. «Con l’Atalanta matrimonio perfetto».

Boga è nerazzurro: «Con l’Atalanta un matrimonio perfetto» - Video

«Quello con l’Atalanta è un matrimonio perfetto: per lo stile di gioco, per fare un altro step e vincere qualcosa di importante». Sono le prime dichiarazioni da nerazzurro di Jeremie Boga, attualmente in Coppa d’Africa, diffuse dai canali ufficiali del club: «Il mio gioco consiste nel prendersi il rischio di far qualcosa di diverso, come i dribbling, e so che a Bergamo se lo aspettano da me», la spiegato l’attaccante ivoriano classe ’97, arrivato in prestito con obbligo di riscatto. «Volevo venire qui da tanto tempo insieme alla mia famiglia, perché l’Atalanta èuna squadra molto forte che negli ultimi 5-6 anni ha dimostrato di essere importante. Qui uno corre per l’altro lavorando duro: per me è perfetto, si sente che è una squadra vera», ha proseguito l’ex Chelsea. Sulle spalle, il numero già appartenuto al Papu Gomez: «A Sassuolo avevo il 7, ma il 10 è un numero che come tutti volevo fin da bambino. E’ quello giusto per la nuova avventura - la chiosa -. Ho ricevuto tanti messaggi di buona fortuna: i tifosi mi aspettano, io non vedo l’ora di vederli allo stadio»

Ecco le sue prime dichiarazioni

L’Atalanta ha ufficializzato l’arrivo dell’attaccante ivoriano con questo comunicato: «Nato a Marsiglia il 3 gennaio 1997 da genitori ivoriani, Jeremie è un attaccante rapido, tecnico e abile a saltare l’uomo: secondo una recente statistica Opta è il calciatore con più dribbling riusciti della Serie A nell’anno solare 2021. Destro di piede, è stato spesso schierato a sinistra per poi accentrarsi e andare al tiro, sfruttando le sue doti nell’uno contro uno, ma può ricoprire diverse posizioni sul fronte d’attacco.

Cresciuto nell’Academy del Chelsea dove era arrivato poco più che bambino e dove ha subito mostrato le sue grandi potenzialità tanto da vincere da protagonista la UEFA Youth League (con 4 gol segnati in sei partite e due assist decisivi nella finale con lo Shakhtar Donetsk) e assaggiare nel 2015 la panchina della prima squadra appena maggiorenne, poco prima dei prestiti al Rennes e Granada. In Francia e Spagna, pur giovanissimo, si ritaglia subito spazio e matura le sue prime esperienze professionistiche giocando nei due massimi campionati un totale di 53 partite e segnando anche 4 gol (di cui uno al Barcellona). Quindi il ritorno in Inghilterra con la parentesi al Birmingham City prima della chiamata del Sassuolo nell’estate del 2018. In neroverde da allora ha disputato 98 partite di Serie A con all’attivo 18 gol e 10 assist, mostrando così le sue qualità anche nel campionato italiano.

Jérémie è anche un nazionale della Costa d’Avorio con cui ha debuttato nel giugno del 2017 in occasione della gara di qualificazione alla Coppa d’Africa contro la Guinea. Più recentemente, a settembre e ottobre, ha partecipato alle qualificazioni ai Mondiali trovando anche la sua prima rete con la maglia della Nazionale nel successo per 3-0 in Malawi. Attualmente è impegnato in Coppa d’Africa, dopo la quale potrà cominciare la sua esperienza in maglia nerazzurra.

Benvenuto Jérémie!»

© RIPRODUZIONE RISERVATA