Bergamo a Roma da capolista Remer a Treviglio con Capo d’Orlando

Bergamo a Roma da capolista
Remer a Treviglio con Capo d’Orlando

Nell’ andata (secondo turno) Bergamo stese al tappeto la Virtus Roma infliggendole un passivo di 22 lunghezze (81-52 il finale).

Il club cittadino, sorpresa del torneo, è diventata una certezza strada facendo. Così anche la dirigenza si è convinta di non tralasciare nulla per inseguire il sogno della massima divisione nazionale che in città manca addirittura da 31 anni. Il tutto è emerso pure nell’annunciato vertice societario di venerdì dove appunto la dirigenza ha parlato delle basi da gettare per provare a concretizzare l’ambiziosissimo obiettivo.

Tornando alla trasferta nella capitale di domenica (si anticipa alle 17 al Palazzo dello sport) tra le capolista del girone anche se è Bergamo virtualmente in testa avendo vinto la prima sfida. In palio punti importantissimi o se si preferisce che valgano il doppio. Ha il suo bel daffare coach Sandro Dell’ Agnello a tenere a freno o mascherare i grandiosi traguardi che, comunque, la squadra ha fino a qui ben meritato.

Intanto giocatori e staff tecnico hanno anticipato a sabato il trasferimento a Roma: al seguito il dirigente Attilio Belloli (non nuova la presenza). Titolari a completa disposizione con quintetto al via composto dai soliti Roderick, Taylor, Sergio, Fattori r Benvenuti. Per i cambi pronti Zugno, Zucca e Casella. Al completo anche la squadra avversaria con lo statunitense Sims da marcare in ogni suo movimento.

Dopo il blitz di Legnano torna al PalaFacchetti (domenica alle 18) la Remer per vedersela con Capo d’ Orlando, terza foraza della serie A2. I trevigiesi sono chiamati a consolidare il centro classifica, posizione che se mantenuta sino al termine della regular season autorizzarà a disputare i playoff. Attenzione, in ogni caso, a Capo d’ Orlando nelle cui file giostrano pedine qualitativamente di peso. Da un istante all’altro si aspettano novità dal mercato: c’è da sostituire in fretta l’esperto Frassineti ceduto al Cesena.


© RIPRODUZIONE RISERVATA