Bergamo, clamoroso dietrofront di Purvis La forte guardia Usa ha optato per Cantù

Bergamo, clamoroso dietrofront di Purvis
La forte guardia Usa ha optato per Cantù

Basket, Rodney Purvis si è accordato, nel giro di poche ore, con Cantù respingendo la proposta del Bergamo.

Clamoroso colpo di scena: Rodney Purvis si è accordato, nel giro di poche ore, con Cantù respingendo la certificata proposta del Bergamo. Quando l’accordo contrattuale sembrava praticamente raggiunto, la forte guardia ventiseienne statunitense ha privilegiato in extremis Cantù lasciando spiazzato all’ultimo istante la squadra di coach Marco Calvani. Un dietrofront parecchio amaro perché l’ingaggio di Purvis avrebbe rappresentato per Bergamo il classico colpaccio del mercato estivo. Tutto da rifare, dunque, per il general manager Gian Marco Petronio il quale, come noto, dovrà ancora identificare entrambi gli stranieri da includere nella nuova rosa. Un compito non affatto semplice perchè la concorrenza è spietata in materia. Meno male che la data d’inizio del campionato è stata spostata al 15 novembre e non è detto che venga ulteriormente dilatata a causa del coronavirus. Quanto agli italiani? Gli arrivi degli esperti Masciadri e Pullazi e degli under Seck, Di Campo e Bedini con l’aggiunta dei confermati Zugno e del diciannovenne Parravicini non sembrano però garantire al cento per cento la piena efficienza dell’attuale organico. In altre parole manca all’ appello una pedina anche solo in grado di essere utilizzata a dovere quale «primo cambio» al quintetto dei titolarissimi. Naturalmente occorrerà un altro sforzo finanziario da parte della società da anni presieduta da Massimo Lentsch ma necessario, ribadiamo per voltare pagina rispetto alla deludende stagione sportiva appena lasciata alle spalle.


© RIPRODUZIONE RISERVATA