Bergamo e Remer affamate di vittorie sul parquet contro Ravenna e Scafati
Giovanni Fattori (Bergamo Basket)

Bergamo e Remer affamate di vittorie
sul parquet contro Ravenna e Scafati

Difficili impegni per le due squadre bergamasche di A2, sempre più impelagate a fondo classifica.

Affamate di punti Bergamo e Remer affrontano oggi (venerdì 29 dicembre) i delicati impegni rispettivamente contro Ravenna (PalaNorda, ore 20,30) e Scafati (sempre alle 20,30) fuori: romagnoli quinti in classifica, campani sesti. I team orobici (entrambi penultimi) da tempo stanno inseguendo quell’operazione-risalita che purtroppo tarda a cominciare. Del resto, il continuo rimandare l’innesto di nuove pedine da affiancare agli incompleti organici non favorisce il cambiamento di rotta. Sicchè la Remer si presenterà a Scafati sì con il recente ingaggio di Marco Planezio ma contemporaneamente priva di Cesana, ceduto a sorpresa a Natale alla Virtus Roma. Senza contare il perdurare dell’assenza di «watusso» Jacopo Borra che ha creato diverse problemi specie sotto i tabelloni ai trevigliesi. Reduci da tre ko consecutivi, capitan Rossi e compagni a Scafati sono chiamati a sovvertire il pronostico contro avversari che possono anche contare su un forte fattore campo.

Luca Cesana (Remer) in azione

Luca Cesana (Remer) in azione
(Foto by Zanetti)

Il successo al PalaNorda con la temuta Udine (al termine di tre appassionanti time out) datato 15 dicembre ci aveva illuso sulla improvvisa vitalità della Bergamo Basket, quintetto affidato per la terza stagione di fila a coach Cece Ciocca. Ma poi è arrivata subito la batosta di Ferrara con gli orobici rientrati a casa con un passivo di 45 lunghezze (103-58)! A questo punto una cosa è certa: solo riscattando con Ravenna quella indefinibile prestazione ci si rimetterà in carreggiata. Auspicabile un caloroso contributo dagli spalti: la squadra ne ha particolarmente bisogno. Ma pure Ravenna intende cancellare l’inattesa sconfitta casalinga con il modesto Mantova (96-90 il finale).

© RIPRODUZIONE RISERVATA