Bergamo e Remer ancora bastonate Adesso penultime in classifica

Bergamo e Remer ancora bastonate
Adesso penultime in classifica

Di batosta in batosta il basket orobico. Bergamo e Remer a braccetto nell’incassare una sconfitta da brividi. Chiamiamole pure ko visto che le avversarie di turno le hanno messe al tappeto infliggendo loro quota 100 punti.

La più bastonata Bergamo che a Ferrara ha rimediato un 103-58 che la dice sin troppo lunga. Mai naturalmente in partita dall’inizio alla fine nonostante l’allenatore Cece Ciocca si fosse prodigato a mutare gli schemi tattici. Pensate che il solo Solano ha terminato la gara in doppia cifra (11). Il resto buio profondo.

Alla Remer a nulla è valso il fattore campo di un Pala Facchetti come sempre sportivamente caldo. Tranne che nei 10’ iniziali (23-22) con il trascorre del tempo Latina ha preso il sopravvento andando al riposo sopra di 5 lunghezze (51-46). Altri tre punti il quintetto laziale li ha aggiunti nella terza frazione per poi consolidare il margine nell’ultima. L’innesto dell’acquisto ingaggiato a metà settimana, Marco Plaenzio, non è risultato come prevedibile determinante: alla coriacea e professionale ala occorre, del resto, concedere altre intense sedute di allenamento con i nuovi compagni. I parziali: 23-22 (primo quarto) 46-51 (secondo) 22-25 (terzo) 91-100 il finale.

È evidente, (lo stiamo ripetendo da un paio di mesi) Bergamo e Remer devono correre ai ripari urgentemente sul mercato invernale. In primis la formazione di Cece Ciocca ma anche i trevigliesi non devono rimanere con le classiche mani in mano nonostante l’innesto del citato Planezio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA