Bergamo e Treviglio, fuori gli artigli in sfide che valgono una stagione

Bergamo e Treviglio, fuori gli artigli in sfide che valgono una stagione

Bergamo e Treviglio ai nastri di partenza della seconda fase della stagione agonistica domenica 25 aprile.

Per la Cassa Rurale appuntamento alle ore 17 al PalaFacchetti contro Roma; Biella, invece, affronterà la Withu a partire dalle 18 sul parquet del PalaAgnelli (piazzale Tiraboschi). Precedenza ai «bancari» chiamati a correre per i playoff con le quarte-quinte e seste piazzate nei due gironi nella precedente regular season. In dote le prescelte avranno i punti blindati al termine della regular season contro le avversarie del proprio girone di provenienza (Treviglio partirà a quota 4).

La classifica di partenza privilegia Ferrara (4 vittorie conseguite) seguita da Verona, Milano e Cassa Rurale (2) e Roma e Chieti (2). Imporre l’alt al team capitolino è il primo obiettivo della Cassa Rurale come del resto prevedono i pronostici della vigilia. Interessante, comunque, sarà visionare la prestazione di capitan Reati e compagni con la nuova gestione dalla panchina di Mauro Zambelli subentrato all’esonerato Devis Cagnardi nella settimana dell’ultima giornata di regular season. Con Zambelli alla guida Treviglio ha messo ko Orzinuovi sfoderando sul parquet quella reazione agonistica tipica di quando si assiste al cambio dell’allenatore. Da auspicare, allora, che non si sia trattato del classico episodio.

Withu alla resa dei conti impegnata a salvaguarda la serie A2. Inserita nel raggruppamento con Biella e l’altra formazione di Roma dovrà evitare di classificarsi ultima per non retrocedere senza alcun appello nella categoria inferiore. Da qui l’importanza di rispedire a casa Biella con un pugno di mosche in mano. Ricordiamo che le due contendenti hanno condiviso il ruolo di cenerentole in regular season. Accordare fiducia alla formazione diretta da Marco Calvani non è fuori luogo al pensiero delle buone prove offerte dalla squadra da un paio di mesi a questa parte. Auspicabile che soprattutto le tre pedine di alto rendimento, Pullazi, Jones e Zugno si confermino all’altezza della situazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA