Calciopoli, il conto alla Juve L’Atalanta vuole 68 milioni
Luciano Moggi e Antonio Giraudo, protagonisti di Calciopoli (Foto by Ansa)

Calciopoli, il conto alla Juve
L’Atalanta vuole 68 milioni

L’Atalanta, insieme ad altre società, nei mesi scorsi ha ottenuto dalla Corte di Cassazione un pronunciamento fondamentale: esiste un diritto al risarcimento dei danni per le «vittime» di quella stagione nera del calcio italiano.

La società nerazzurra s’è messa al tavolino con i suoi legali per stilare una richiesta di risarcimento più circostanziata rispetto ai 20 milioni di euro ipotizzati negli anni iniziali della vicenda. E somma dopo somma la cifra è più che triplicata: l’Atalanta adesso chiede alla Juventus il pagamento di 68.619.394 euro (più interessi). Il conto è stato presentato nel corso del procedimento penale ed è un conto circostanziato.

In sede penale è stato indicato il danno, ma ovviamente ora servirà una causa civile. La decisione spetta dunque all’Atalanta, e il fascicolo a Zingonia è ancora aperto. Oltre alla causa, sarebbe percorribile eventualmente anche la strada di una «transazione», un accordo tra le parti su una cifra che chiuda la vicenda senza altre code giudiziarie.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 17 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA