Calcioscommesse, parla Zamagna «Io sono pulito: l’incubo è finito»

Calcioscommesse, parla Zamagna
«Io sono pulito: l’incubo è finito»

Cinque mesi fa il nome del ds atalantino venne abbinato dalla procura di Cremona a quel «ds» citato da Doni nella chat che precedette Crotone-Atalanta. Ora arriva l’archiviazione. «Per me finisce un incubo».

«Potete immaginare la mia contentezza, le telefonate alla famiglia, agli amici più cari, gli abbracci a Zingonia con gli altri dirigenti», spiega Zamagna nell’intervista di Roberto Belingheri su L’Eco di Bergamo in edicola sabato 11 luglio.

Quando dall’inchiesta della procura di Cremona spuntò il suo nome «ero pieno di paura – racconta Zamagna – e di preoccupazioni. Volevo gridare a tutti la mia innocenza... ma poi con l’aiuto del mio avvocato ho capito che serviva pazienza».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola l’11 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA