Ceffone a un compagno di squadra Cinque giornate di squalifica al «Bocia»

Ceffone a un compagno di squadra
Cinque giornate di squalifica al «Bocia»

Giornata no per Claudio Galimberti, leader della Curva Nord atalantina, che da anni, alla domenica pomeriggio, si mette la maglia dell’Ares Redona e scende sui campi del calcio provinciale.

La sua squadra è stata sconfitta in casa 4-0 dall’Almè e Claudio Galimberti - centrocampista classe 1973 e notissimo leader della tifoseria della Curva Nord - è stato espulso al quarto d’ora del secondo tempo. Ora è pure arrivato un pesante provvedimento da parte del Giudice sportivo: cinque gare di squalifica, con la seguente motivazione: «Perché il calciatore colpiva un proprio compagno di squadra con un ceffone di tale violenza da farlo cadere a terra». Ma non è tutto: subito dopo in campo è successo anche altro. Galimberti in ogni caso a fine partita ha chiesto di parlare con l’arbitro e si è scusato per l’accaduto.


Scopri tutto quello che è successo acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 16 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA