Champions, Gasperini: l’Atalanta vuole andare avanti, c’è l’incognita campo

La conferenza stampa di mister Gasperini: «Partita importante contro i Young Boys, un impegno notevole ma abbiamo tutta l’intenzione di andare avanti in questa competizione».

Champions, Gasperini: l’Atalanta vuole andare avanti, c’è l’incognita campo

«Il risultato è più importante di tutto, anche se la superficie non è un falso problema. Si gioca col sole o la pioggia o il fango, ma il sintetico è una situazione che dobbiamo affrontare, perché ovunque si gioca sull’erba ed è un altro calcio. Cambia molto, nei rimbalzi e nel modo di calciare: serve adattamento, ci dobbiamo giocare sopra e lo faremo». Così l’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, alla vigilia di Young Boys-Atalanta.

Ai bergamaschi servono due vittore per qualificarsi agli ottavi di Champions League : «I numeri li conosciamo tutti, dobbiamo giocare bene questa per arrivare bene all’ultima - dice il tecnico ai microfoni di Sky Sport -. Siamo sul campo dei campioni di Svizzera, un impegno notevole, ma abbiamo tutta l’intenzione di andare avanti in questa competizione».

Circa le scelte in attacco, Gasperini si sofferma sul probabile vice Zapata: «Abbiamo bisogno del Muriel dell’anno scorso, determinante per giungere ad alti traguardi. Stavolta un brutto infortunio l’ha tenuto lontano per un po’, in più ci s’è messa in mezzo la convocazione in Nazionale».

«Sarà diversa dall’andata perché siamo in due a dover vincere - continua l’allenatore dell’Atalanta che martedì sera in casa dello Young Boys deve rimontare dalla terza posizione del Gruppo F per prenotare la terza qualificazione di fila agli ottavi -. Le contendenti hanno bisogno di un solo risultato per tenere vive le speranze indipendentemente dal risultato di Villarreal-Manchester United. Immagino una partita aperta fra rivali che cercheranno di vincere, mentre all’andata gli avversari avevano giocato più coperti. È un momento decisivo, in quindici giorni ci si gioca tutto in Europa. Ma come condizione e mentalità siamo cresciuti».

Affiancato nella conferenza stampa da Mario Pasalic, l’uomo più dei nerazzurri con 4 gol di cui 3 di fila nelle ultime due di campionato: «Per me non è la prima volta qui a Berna, segnai in un 3-1 quando ero al Monaco. Conosco bene questo campo sintetico - ricorda il jolly croato: 28 luglio 2015, terzo turno di qualificazione di Champions -. Abbiamo fame, vogliamo vincere: sto giocando con continuità, gol e assist ne sono la conseguenza. E non faccio preferenze sui ruolo, gioco dove mi mette l’allenatore». A campi invertiti, il 29 settembre, l’aveva risolta il suo contraltare Matteo Pessina, trequartista tattico reduce da un lungo stop e da due minutaggi risicati, ma Gasperini nuota bene nell’abbondanza: «Aver svuotato l’infermeria è importante, forse Gosens ne uscirà per sabato contro la Juventus. Ma l’emergenza ha esaltato la capacità d’adattamento. Con le cinque sostituzioni si gioca in sedici», rimarca.

Probabili formazioni di Young Boys-Atalanta
Young Boys (4-4-2): 91 Faivre; 36 Hefti, 14 Burgy, 28 Lustenberger, 21 Garcia; 13 Ngamaleu, 20 Aebischer, 8 Sierro, 32 Rieder; 15 Elia, 17 Siebatcheu. (61 Zbinden, 30 Lauper, 24 Maceiras, 25 Lefort, 11 Jankewitz, 35 Martins, 7 Spielmann, 10 Sulejmani, 22 Maier, 9 Kanga, 19 Mambimbi). All.: Wagner.
Squalificati: nessuno.
Diffidati: Aebischer, Sierro.
Indisponibili: Camara, Fassnacht, Laidani, Monteiro, Nsame, Von Ballmoos, Zesiger.

Atalanta (3-4-3): 1 Musso; 2 Toloi, 28 Demiral, 6 Palomino; 77 Zappacosta, 15 De Roon, 11 Freuler, 3 Maehle; 18 Malinovskyi, 91 Zapata, 88 Pasalic. (31 Rossi, 57 Sportiello, 19 Djimsiti, 42 Scalvini, 13 Pezzella, 7 Koopmeiners, 32 Pessina, 59 Miranchuk, 72 Ilicic, 9 Muriel, 99 Piccoli). All.: Gasperini.
Squalificati: nessuno.
Diffidati: De Roon.
Indisponibili: Gosens, Hateboer, Lovato.

Arbitro: Siebert (Germania).

Quote Snai: 3,90; 4,00; 1,80.

© RIPRODUZIONE RISERVATA