Ciclismo, svelato il Tour de France Più salite, meno crono e l’omaggio a Gimondi

Ciclismo, svelato il Tour de France
Più salite, meno crono e l’omaggio a Gimondi

Svelato a Parigi il tracciato della 107esima edizione del Tour de France, la tappa più lunga, la 12esima, sarà dedicata al campione bergamasco Felice Gimondi scomparso questa estate.

Un Tour che strizzerà l’occhio agli scalatori-attaccanti come, ad esempio, i padroni di casa Julian Alaphilippe e Thibaut Pinot. Sono infatti 29 le salite classificate e sei gli arrivi in montagna, c’è lo sterrato ma, rispetto al passato, diminuiscono i chilometri a cronometro (36), tutti nella penultima frazione nella ripida salita verso Planche des Belle Filles. Non c’è la cronometro a squadre e, quando si sale in quota, il terreno non sembra favorire la progressione dei vari Chris Froome e Egon Bernal, quest’ultimo maglia gialla 2019.

Mancano infatti le mitiche rampe dell’Alpe d’Huez e del Monte Ventoux: gli organizzatori dell’Aso hanno invece inserito le meno note ma ugualmente storiche salite sul Puy Mary, nel profondo del Massiccio Centrale, e sul Col de la Loze, nel cuore delle Alpi. Grande partenza a Nizza, previsto a Pau l’omaggio a Felice Gimondi, la tappa più lunga (mai così breve, ’solò 218 chilometri) sarà la dodicesima, la Chauvigny-Sarran.


© RIPRODUZIONE RISERVATA