Sabato 08 Febbraio 2014

Colantuono e il ko a Firenze:

ci spiace, continua la maledizione

Colantuono a fine partita
(Foto by Magni)

«Continua la maledizione trasferta, ci dispiace». Il tecnico dell'Atalanta Stefano Colantuono allarga le braccia e ai microfoni di Sky esprime tutto il proprio rammarico per l'ennesima sconfitta esterna, questa volta sul campo della Fiorentina. «Sono dispiaciuto, ancora una volta una gara fuori casa in cui non raccogliamo punti pur avendo fatto una buona gara. Anche stasera abbiamo avuto le nostre occasioni» le parole del tecnico dei bergamaschi.

«La squadra ha fatto bene nella seconda metà del primo tempo, anche nel secondo tempo bene ma siamo stati poco pungenti. Adesso si riparte, per fortuna la nostra classifica l'abbiamo costruita bene nelle gare casalinghe, pensiamo alla prossima gara, non possiamo fare altro» ha commentato Colantuono.

«Abbiamo cercato di giocare, sapevamo che per faticare meno contro la Fiorentina dovevamo cercare di tenere il possesso, abbiamo creato le nostre occasioni importanti nel primo tempo, nella ripresa siamo stati poco incisivi, forse dovremmo essere più cattivi negli ultimi 20-30 metri».

E sull'episodio del possibile fallo di Neto su Moralez che ha generato le proteste degli atalantini per la mancata assegnazione di un rigore, Colantuono spiega: «Forse avevamo ancora negli occhi il rigore di Torino, era successo un episodio simile e lì siamo stati penalizzati. A velocità normale sembrava rigore, se invece è il contrario lo accetto, non comincerò certamente una polemica con gli arbitri oggi».

© riproduzione riservata