Colantuono non si butta giù «Momento così, ne verremo fuori»

Colantuono non si butta giù
«Momento così, ne verremo fuori»

«Ogni anno sappiamo in partenza che c’è da soffrire, poi nelle ultime stagioni siamo stati particolarmente brillanti. Adesso è un momento così, però ne verremo fuori, siamo stati anche sfortunati»

Stefano Colantuono predica ottimismo. Ospite della trasmissione «Pezzi da 90» su Radio Onda Libera, il tecnico dell’Atalanta non nega le difficoltà del momento ma conta di superarle, magari con l’aiuto di Denis, i cui gol fin qui sono mancati. «Lo aspettiamo, ha avuto dei problemi all’inizio - lo difende - Capita che da un anno all’altro qualcosa cambi in un giocatore, mica si pigia un pulsante».

Per quanto riguarda il resto del campionato, «da aperto è diventato apertissimo e vedo la Roma con un piccolo vantaggio rispetto alla Juve perché non ha la Champions che assorbe maggiori energie rispetto all’Europa League. Entrambe non hanno bisogno di rinforzi, sono già competitive così, grazie a due rose all’altezza».

Nella corsa Champions si sta riproponendo la Fiorentina che «si è rimessa in gioco dopo aver dei colpi all’inizio. È un’ottima squadra e ha preso il passo che le si addice. Il Napoli delusione? Bisogna vedere bene quali fossero i programmi e le reali ambizioni. È in corsa per il terzo posto. Per lo scudetto penso che sia ancora distante dalle due battistrada». Infine una battuta su Toni e Di Natale, oltre 500 gol in A in due. «Hanno voglia di giocare e di sacrificarsi. Quando c’è lo spirito giusto, l’età non conta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA