Venerdì 14 Ottobre 2011

Comark, prestazione super
Il Trento superato per 91 a 82

COMARK-TRENTO 91-82
Comark: Vitale 29, Fabi 9, Tomasini 5, Zanella 11, Cazzolato 13, Planezio 6, Carnovali 3, Molinaro 2, Borra 13, Giacchetta. All. Vertemati

Trento: Fiorito 10, Forray 9, Pascolo 6, Conte 27, Pazzi 16, Santaross 12, Brandani, Negri 2, Spanghero, Medizza. All. Buscaglia

Comark, questa volta, indiscutibilmente, grande! Nonostante avesse di fronte avversari di un certo spessore tecnico li ha battuti con pieno merito. Anche se sul piedestallo va collocato rigorosamente cecchino Vitale (29 punti, scusate se è poco) è l'intero collettivo l'artefice del successo.

Mandare in doppia cifra anche i lunghi Borra (13) e Zanella (11) diciamolo francamente non è cosa di tutti i giorni in casa trevigliese. Se, poi, aggiungi le brillanti prove di un sempre più positivo Cazzolato in cabina di regia e gli apporti di Planezio e Molinaroi (altro due under di sicuro avvenire ) il gioco è fatto. Guai, inoltre, non evidenziare la bontà degli schemi di squadra e, al tempo stesso, una vigoria atletica maiuscola.

Insomma una prestazione, quella sul parquet del PalaFacchetti, da incorniciare con coach Adriano Vertemati che non ha, pressochè, sbagliato una mossa tecnico-tattica dalla panchina. Soltanto nella frazione iniziale la Comark ha accusato qualche scompenso tale da consentire agli ospiti di concluderla in vantaggio (19-30).

Messa a posto la difesa, capitan Zanella e compagni dopo aver annullato il passivo alla metà del tempo (34-34) sono andati, comunque, al riposo sotto di 4 lunghezze (44-48). Il capolavoro è arrivato puntuale al rientro dall' intervallo lungo. La Comark, infatti, è salita ulteriormente in cattedra terminando il penultimo tempo con un margine di + 6 (67-61). Nei 10' successivi, per parecchi tratti, la Comark ha tenuto a debita distanza i contendenti (76-75 al 3') incapaci di tentare la rimonta.

Adesso sotto con il quinto turno visto che il calendario spedisce già sabato 15 ottobre, il team orobico a Sant' Arcangelo di Romagna.

Arturo Zambaldo

a.ceresoli

© riproduzione riservata