Comark, regalaci l’accesso alla finale senza ricorrere alla bella con Orzinuovi

Comark, regalaci l’accesso alla finale
senza ricorrere alla bella con Orzinuovi

Ghiotta opportunità per la Comark di liquidare Orzinuovi senza dover ricorrere a gara5. Obiettivo centrato se capitan Chiarello e compagni faranno loro il match del tardo pomeriggio di domenica 22 al Centro Sportivo Italcementi (alle 18 il pronti via).

Impresa non facile ma possibile. Fiducia e ottimismo trovano conferma nelle tre partite sin qui giocate, due delle quali vinte con estrema sicurezza. Pure quella persa (la seconda, in trasferta) è giunta, del resto, soltanto dopo un supplementare. Naturalmente per non rimandare la qualificazione alle finali occorrerà rivedere una Comark concentrata, spigolosa e dal gioco arioso ed efficace di recente proposto.

Un copione recitato a meraviglia venerdì scorso davanti a un pubblico numeroso. A livello individuale da auspicare un nuovo exploit del talentuoso Ghersetti (un acquisto molto azzeccato) accompagnato dai canestri di folletto Panni e da quelli dalla grande distanza di Planezio e Milani. Alla difesa, poi, il compito di limitare le scorribande offensive di watusso Valenti e dei cecchini di provata garanzia Ruggiero e Bona.

«Le precedenti prestazioni - sostiene Chiarello - ci hanno regalato un carica eccezionale. A Orzinuovi, prima classificata nella regular season, va riconosciuta una grande potenzialità in ogni reparto ma noi se produciamo il massimo siamo pessimi clienti per tutti». Intanto si è appreso nelle ultime ore che il giudice sportivo ha squalificato il palasport di Orzinuovi per un turno a causa di intemperanze della tifoseria proprio nel match disputato a Bergamo. Così, nel caso di eventuale spareggio, di metà settimana, la partita verrà giocata su campo neutro, ancora da stabilire la località.

Arturo Zambaldo


© RIPRODUZIONE RISERVATA