Coppa del mondo snowboard, Moioli terza sulla pista delle Olimpiadi. È il 34° podio

È partita bene la stagione di Michela Moioli, con un terzo posto nella tappa inaugurale di Coppa del mondo di snowboardcross femminile a Secret Garden.

Coppa del mondo snowboard, Moioli terza sulla pista delle Olimpiadi. È il 34° podio

Sulla pista cinese che ospiterà a febbraio le prossime Olimpiadi, la 26enne di Alzano Lombardo è arrivata con facilità fino alla Big Final, nella quale ha conquistato il 34esimo podio della sua straordinaria carriera. Una continuità di rendimento fantastica, che la vede sempre classificata nelle prime quattro posizioni nelle ultime quattordici gare a cui ha preso parte.

Moioli ha dimostrato che il tracciato sul quale dovrà difendere il titolo olimpico fra tre mesi si addice comunque alle sue caratteristiche, nonostante sia diverso come costruzione rispetto a quello affrontato a PyoengChang quattro anni orsono. La campionessa dell’Esercito si è arresa solamente alla ceca Eva Samkova - alla diciottesima vittoria in Coppa del mondo - e alla britannica Charlotte Bankes, in una tiratissima finale.

C’è posto anche per un’altra italiana in top 10: si tratta di Francesca Gallina, eliminata nei quarti di finale e classificata in nona posizione, mentre Sofia Belingheri si è piazzata sedicesima.

«Sono contenta del mio terzo posto perchè ci ho provato fino alla fine, soprattutto in finale, su questa pista noi «goofy» (gli atleti che utilizzano anteriormente la gamba destra sulla tavola, ndr) siamo un po’ svantaggiati perchè l’aria non gira troppo a nostro favore e nemmeno la pista» ha commentato Michela così il podio conquistato. «Se osserviamo la finale, pochissimi atleti con le nostre caratteristiche sono arrivati davanti, comunque eravamo veloci, sapevo di dovere rimanere in scia per riuscire a sorpassare in vista del traguardo, perchè partire davanti significa al 90% farsi superare - spiega l’olimpionica bergamasca -. La tattica è stata buona, il risultato discreto, è sempre bello cominciare la Coppa del Mondo con un podio, possiamo solamente migliorare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA