Corner, quiz, regali e chicche «Ipotesi Gasp già nel 2011» - Il video

Corner, quiz, regali e chicche
«Ipotesi Gasp già nel 2011» - Il video

Durante la festa all’Edoné la rivelazione di Spagnolo. «Sembrava che Colantuono volesse andarsene e così parlai con Gian Piero».

La Champions League va festeggiata. Ancora, ancora e ancora. Perché è un evento difficilmente ripetibile. Obiettivo pienamente centrato dalla Champions Night di Corner: per una sera, le discussioni del gruppo Facebook si sono spostate dal virtuale al reale, in una cena ricca di ospiti e risate.

Il primo a salire sul palco è stato Roberto Spagnolo, direttore operativo dell’Atalanta e responsabile del progetto per il nuovo stadio. Tanti racconti e aneddoti, partendo dal rapporto con Gasperini: «Il mio rapporto con lui è nato nel 2011. Eravamo tornati in serie A, in quel momento Colantuono aveva ventilato l’ipotesi di andar via, poi però il discorso non andò in porto. Nell’eventualità di un cambio, io parlai con Gasperini, in me trovò e ha trovato una persona di cui sapeva di potersi fidare. È serio e coerente, ti dà tutto ciò che ti può dare, è un uomo generoso».

La scaramanzia, negli uffici dell’Atalanta, non manca di certo: «Nessuno ha mai pronunciato la parola Champions prima della fine della partita col Sassuolo, momento che resta ovviamente il più bello della stagione. A gennaio, il presidente Percassi ha portato a Zingonia delle uova. Quella domenica abbiamo vinto e così ha deciso di portarle fino a fine stagione».

Poi la prima parte del «quizzone», la più divertente della serata, in cui gli abbonati di Corner si sono sfidati, uno contro uno, con domande sulla stagione dell’Atalanta. Chi azzecca passa il turno, per lo sconfitto premio di consolazione. Quanti gol ha segnato Hateboer? Chi ha sbagliato i rigori a Copenaghen? Quali giocatori sono andati in doppia cifra? Tante risposte giuste, troppe risposte sbagliate, grandi risate. Poi il momento di due grandi ex, Luigino Pasciullo e Marino Magrin. Il primo, che da giocatore non amava fare il difensore centrale, per Gasperini lo farebbe: «Mi piacerebbe essere Toloi, giocando nei tre, ma sull’esterno, non in mezzo. Quando si raggiungono certi traguardi una sola cosa è importante: non smantellare il gruppo, fa la differenza».

Magrin, invece, si sente più un Freuler in questa Atalanta: «Buono coi piedi e negli inserimenti centrali, non ai livelli di Ilicic. Peccato in questa stagione sia mancato il gol su punizione». Poi la seconda parte del quizzone: i primi due anni di Gasperini, con le domande si fanno sempre più difficili. Domande su Rizzo, Konko e i traguardi raggiunti dall’Atalanta. Tanti sorrisi e - va detto, un po’ di commozione - durante la trasmissione del video contenente i 103 gol segnati dai nerazzurri in questa stagione. Bellissimo ripercorrere un’annata così. Infine, sul palco, Marcello Ginami, storico fisioterapista dell’Atalanta: «Il segreto di questi anni è il Gasp. Ognuno fa il suo, ma il segreto è lui. Ha cambiato la mentalità di tutti noi, ora si gioca ogni partita per vincere».

Dopo di lui semifinali e finali del quizzone e le domande spaziano in tutta la storia dell’Atalanta, come i punti fatti nel primo campionato di serie A con Colantuono. I premi? Niente male, un abbonamento per la nuova Curva Nord - vinto da Anna, bravissima - e pacchetti per un’esperienza da vip allo stadio di Bergamo. Estratte anche le maglie di Gomez, Ilicic e Zapata, uno splendido regalo per tre fortunati tifosi.

La Champions Night di mercoledì sera non ha però chiuso la stagione di Corner, che continuerà a tenervi compagnia per tutto il periodo estivo. Analisi statistiche, anche legate al calciomercato, storie e racconti legati al mondo Atalanta e non solo. Ma non è finita qui: la grande novità dei prossimi tre mesi saranno i cruciverba e crucipuzzle a tinte nerazzurre, per tenervi compagnia nel periodo di astinenza dal calcio giocato. Oggi troverete la seconda puntata dell’analisi sul rendimento dei giocatori quando cambiano squadra, dopo essere stati allenati da Gasperini. Poi un salto all’indietro fino al 1954, per raccontare una storia che pochi conoscono, legata alla combine di una partita con il Padova.

Le modalità per abbonarsi a Corner sono sempre le stesse: sul sito scopricorner.ecodibergamo.it si può scegliere tra due diversi piani: 3,50 euro al mese con rinnovo automatico, oppure 45 euro all’anno. Inoltre è ancora attiva la promozione legata alla Camminata Nerazzurra, sul sito camminatanerazzurra.ecodibergamo.it, con tre mesi di abbonamento in regalo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA