Valentino: Marquez imbarazzante L’amarezza di Rossi: fatto il «biscottone»

Valentino: Marquez imbarazzante
L’amarezza di Rossi: fatto il «biscottone»

Sfuma il sogno di rimonta di Valentino Rossi, è di Lorenzo il Mondiale.

Lo spagnolo vince a Valencia e inutile il quarto posto di Valentino che ha fatto una grande rimonta.

Valentino Rossi a Valencia

Valentino Rossi a Valencia

Jorge Lorenzo ha vinto così il Mondiale MotoGp 2015. Lo spagnolo della Yamaha ha chiuso primo il GP di Valencia recuperando così i sette punti di svantaggio su Valentino Rossi, partito per ultimo e arrivato quarto. Nella classifica finale Lorenzo chiude a +5 punti su Rossi. Secondo posto per la Honda di Marc Marquez davanti al compagno di squadra Dani Pedrosa.

La gara conclusiva di questo Campionato sta tenendo banco in Rete, con la polemica che si infiamma sulla gara di Marquez, che non ha attaccato Lorenzo in pista. Lo stesso Valentino sbotta: «Il comportamento di Marquez è stato imbarazzante: ha fatto il guardaspalle di Lorenzo e quanto è avvenuto in pista è stato bruttissimo per il nostro sport». E aggiunge: «Lorenzo è stato bravo, ma avremmo potuto giocarci il Mondiale in pista, non così. Mi stupisco che la Honda permetta questi comportamenti». Valentino la definisce «una grande occasione sfumata» e sorride amaro: «I due hanno fatto il “biscottone”, ne ero sicuro e lo abbiamo capito tutti, purtroppo».

Sulla gara interviene la Rete, sui Social, e soprattutto i tanti tifosi con l’hastag #iostoconvale. Anche il mondo politico non si esenta, per primo il commento di Matteo Salvini: «Per Valentino dispiace, gli hanno fatto più di una vigliaccata. Lo sport deve essere sport, Rossi è una bellissima immagine dell’Italia nel mondo» ha detto il leader della Lega commentando la mancata vittoria di Rossi.

Intanto fischi per Jorge Lorenzo si sono sentiti sul podio del Gp di Valencia. Sono stati rivolti dal pubblico sotto il palco, tra i quali molti sostenitori di Valentino Rossi, quando il maiorchino neocampione del mondo è comparso dalle scale. Un paio di bordate, nulla più, presto soffocate dal silenzio rispettoso per l’esecuzione degli inni nazionali e quindi seguite dagli applausi per il terzetto spagnolo che ha dominato la gara, Lorenzo-Marquez-Pedrosa.

Valentino Rossi saluta a Valencia

Valentino Rossi saluta a Valencia

Valentino comunque non ha sottinteso nulla nelle sue dichiarazioni: «È stato bruttissimo, da Philip Island tutto è cambiato e tutti anche oggi hanno visto, il nostro sport ha fatto una figura bruttissima. E non capisco le Honda».

Gli risponde il direttore sportivo di Tokyo: «Abbiamo tolto punti sia a Lorenzo, sia a Valentino ma si è persa serenità e queste dietrologie non le abbiamo create noi. Sepang? Erano in due a non voler mollare la posizione». E continua: «Ci dispiace che ci siano queste dietrologie - commenta ai microfoni di Sky Sport -: su 18 gare abbiamo portato via punti sia all’uno che all’altro senza fare distinzioni ma il clima che si è creato, non lo abbiamo creato noi. Abbiamo fatto il massimo ma era difficile stare sereni in questo clima. Potenzialmente, tra l’altro, Marquez e Pedrosa era i migliori alleati di Valentino ma oggi Jorge è stato più forte».


© RIPRODUZIONE RISERVATA