De Roon verso il ritorno in Italia La Lazio lo vuole al posto di Biglia
De Roon con la maglia del Middlesbrough

De Roon verso il ritorno in Italia
La Lazio lo vuole al posto di Biglia

L’olandese ex Atalanta piace parecchio. E arriva la «benedizione» di mister Edy Reja.

Un anno di Premier League e una retrocessione con il Middlesbrough, neopromossa sì, ma decisamente ambiziosa: non è stata una stagione di quelle memorabili per Marten de Roon, l’olandese lanciato dall’Atalanta e passato dopo un solo campionato in Inghilterra. Ma se Il Boro è andato decisamente male, il giocatore si è fatto valere, eccome, risultando forse il più positivo in una squadra dove i big veri hanno deluso, in primis Victor Valdes e Negredo. Dopo averlo incontrato al Riverside, Josè Mourinho ha speso parole d’elogio per il centrocampista, al punto che si pensava ad un suo possibile passaggio al Manchester United.

E invece la destinazione più probabile per l’ex atalantino pare ancora l’Italia, nella Lazio, a sostituire il partente Biglia, destinazione Milan. Per lui si è speso anche un doppi o ex come Edy Reja, già sulla panca laziale e atalantina: «Ho avuto la possibilità di conoscere, allenare ed aggiungo anche la fortuna oltre che il coraggio e quindi un pizzico di bravura, di lanciare De Roon nel grande calcio quando ero a Bergamo l’allenatore dell’Atalanta. Marten era un giovane proveniente dall’Olanda per il quale il club orobico non sborsò una grossa cifra per soffiarlo alla concorrenza, salvo poi un anno più tardi realizzare una clamorosa plusvalenza cedendo questo mediano, diventato nel frattempo un pezzo pregiato dello scorso calcio mercato, per la bellezza di 15 milioni di euro».

«In poche settimane capì che De Roon poteva bruciare le tappe ed essere un titolare di quella squadra che tanto fece bene e della quale ancora oggi la società lombarda ancora gode, grazie anche all’abilità di scegliere il mio successore su quella panchina. Un consiglio per gli acquisti per la Lazio? No mi potrei mai permettere - continua Reja - Lotito e Tare non ne hanno certamente bisogno, tantomeno Inzaghi che nel caso in cui il centrocampista olandese venisse prelevato dalla società biancocelese, saprebbe sicuramente come e dove impiegarlo ed utilizzarlo. Quello che so, è che De Roon è diverso da Biglia, ma ripeto, dovendo sostituire l’argentino, Simone insieme alla dirigenza studieranno senz’altro il modo migliore per non sentirne la mancanza, con o senza De Roon. Il mio futuro? Reja dice basta! Largo ai giovani come Inzaghi...».


© RIPRODUZIONE RISERVATA