Domenica scatta la «Felice Gimondi» Strade chiuse in 38 Comuni – Tutte le info

Domenica scatta la «Felice Gimondi»
Strade chiuse in 38 Comuni – Tutte le info

Ci siamo. Pronti. Via. E d’incanto sarà un mulinare di gambe di pedali e colori, per la ventiduesima volta nella storia. Domenica mattina (ore 7 da via Marzabotto) con Felice Gimondi in testa, scatta dai blocchi la Granfondo Internazionale Felice Gimondi-Bianchi numero 22.

E si propone facendo la voce grossa, all’insegna del muro dei 4000 iscritti abbattuto (4032 per la precisione) che conferma il trend del 2017 e delle stagioni migliori. E’ proprio questo il dato più eclatante della “Gimondi” 2018, ribattezzata “Remembering The Vuelta” per la dedica, con tanto di maglia giallorossa dall’essenza iberica, al trionfo del grande Felice nella Vuelta del 1968, cinquant’anni fa. La “Gimondi” è da sempre un giusto mix di innovazione e tradizione. E la storia è affidata al classico format dei tre percorsi: il “Corto” di 89,4 km, imperniato su Colle dei Pasta, Colle del Gallo e Selvino; quello “Medio” ( 128,8 km) che aggiunge il Gpm di Costa d’Olda e Forcella di Bura e quello “Lungo”, di 162,1 km con Forcella di Brebenno e Costa Valle Imagna.

TUTTI I TRACCIATI

SICUREZZA - La “Gimondi”, inoltre, rimane una garanzia per chi ama pedalare in sicurezza. E, nel corso degli anni, sotto questo aspetto, la manifestazione è stata in grado addirittura di migliorarsi. Infatti, con altri 120 ASA (addetti alla segnalazione aggiuntiva), reduci dal corso realizzato dall’organizzazione stessa, la gara bergamasca mette in campo un vero esercito di “angeli custodi” raggiungendo la cifra record di 837 persone di servizio per salvaguardare l’incolumità degli atleti.

LE STRADE CHIUSE – Sono 38 i Comuni in cui gli oltre 4000 iscritti transiteranno nella mattinata di domenica. La chiusura delle strade per il passaggio della manifestazione causerà qualche rallentamento. L’organizzazione, come tutti gli anni, chiede pazienza: «Ringraziamo tutti per la comprensione e la collaborazione e invitiamo ad assistere alla manifestazione condividendo con noi una giornata all’insegna dello sport e dell’amicizia».

La Felice Gimondi comporterà temporanee chiusure al traffico e forti rallentamenti nei seguenti centri abitati ed orari.

DIVIETO DI SOSTA - Ecco i provvedimenti viabilistici validi negli orari previsti e comunque sino al termine della manifestazione. Dalle 12 di sabato alle 17 di domenica in via Marzabotto, via Pinetti, via Nedo Nadi, piazzale Goisis (area antistante il Lazzaretto) divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi lati; dalle ore 18 di domani alle 17 di domenica in via del Lazzaretto divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati; dalle 22 di sabato alle 17 di domenica in via Fossoli, via Conca Fiorita, via Crescenzi (tratto compreso tra l’intersezione con via del Lazzaretto e l’intersezione con via Pinetti) divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati; dalle 23 di domani alle 17 di domenica in via Marzabotto, via Pinetti (tratto compreso tra l’intersezione con via Marzabotto e l’intersezione con via Bergametti) via Nedo Nadi, via del Lazzaretto divieto di transito esteso a tutte le categorie di veicoli ad eccezione dei mezzi al servizio della manifestazione; dalle 5 alle 17 di domenica in via Buttaro (area di parcheggio) divieto di sosta esteso a tutte le categorie di veicoli, ad eccezione dei mezzi al servizio della manifestazione; dalle 6,30 alle ore 17 di domenica lungo il percorso ANDATA: Piazzale Goisis – via del Lazzaretto – viale Giulio Cesare – Rotonda Goisis – Circonvallazione Plorzano – Largo Decorati al Valor Civile – via dei Bersaglieri; RITORNO: Via da Stabello – via Baioni – Via del Lazzaretto – Piazzale Goisis divieto di transito esteso a tutte le categorie di veicoli durante il passaggio degli atleti. È stata predisposta inoltre la chiusura del tratto di circonvallazione verso la Val Brembana in entrambi i sensi di marcia, dalle 9,10 alle 12,30 circa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA