L’Atalanta al Mapei Stadium - Foto/video Gasp e Papu: sfida tutta da giocare

L’Atalanta al Mapei Stadium - Foto/video
Gasp e Papu: sfida tutta da giocare

Mister Gasperini lo ha già detto: a Reggio Emilia si va per vincere, con l’entusiasmo che da sempre rispecchia lo spirito dell’Atalanta. Ecco il video della conferenza stampa.

In conferenza stampa Gasperini e Papu Gomez che hanno rappresentato l’Atalanta. «L’Everton ha fatto un’ottima stagione , una squadra forte e preparata. Iniziamo questa competizione in un girone difficile, lo sappiamo, ma siamo pronti ad affrontare questa avventura» sono le prime parole del mister, che aggiunge: «Dobbiamo essere bravi ad adattarci considerando che incontriamo squadre che non abbiamo mai incontrato. Dobbiamo riuscire ad adattarci ma senza perdere le nostre peculiarità».Contro l’Everton? «Sarà una partita equilibrata e siamo consapevoli di potercela giocare» ha aggiunto Papu Gomez.

«Durante gli ultimi due giorni abbiamo dovuto rinunciare a Gosens e Ilicic - spiega Gasp -. Ho già in testa la formazione, anche se non l’annuncio, comunque siamo pronti. Abbiamo soluzioni valide, anche se mancano due giocatori nello stesso ruolo sulla sinistra. Per Gosens è una cosa passeggera, Spinazzola ne avrà almeno per un’altra settimana».

E il mister aggiunge: «Ho già in testa la formazione. Partiamo con curiosità e siamo pronti, con fiducia e con l’entusiasmo che ci accompagna da sempre».Un commento sul giocare fuori casa: «Pesa non essere a Bergamo, ma sappiamo che ci sarà tantissima gente da Bergamo e il tifo dei bergamaschi è incredibile» ha detto Papu Gomez. «Dobbiamo essere capaci di concentrarci sulla gara, sul campo e sul gioco, per gli stessi tifosi - ha detto Gasp, che aggiunge -. Rooney? Rappresenta una parte importante del calcio inglese. Io sarei contento se sarà in campo: è più prestigioso per noi affrontare un grande campione».

Papu parla anche del suo rinnovo: «Ho sempre desiderato restare a Bergamo: avevo promesso alla gente di esserci e di giocare l’Europa League. Sono molto orgoglioso di vivere questo pezzo di storia dell’Atalanta».

L’Atalanta è già a Reggio Emilia, quindi, dove è arrivata mercoledì e dove disputerà giovedì la sua prima partita di Europa League, contro l’Everton. E c’è tutta la consapevolezza che la squadra inglese sia un avversario forte, ma da giorni Gian Piero Gasperini alza leggermente l’asticella delle ambizioni: «Tutti parlano di bella figura da fare, ed è giustissimo - ha spiegato il mister -, ma in realtà vogliamo e dobbiamo anche cercare di vincere e passare il turno. L’attesa la sentiamo tutti, basta fare un giro in strada a Bergamo per capire come la città stia vivendo questo momento particolare. La passione che ci circonda è il propellente principale, la benzina che deve spingerci ad essere al top delle nostre possibilità».

Nel video YouTube il primo allenamento dell’Atalanta al Mapei Stadium.

«C’è emozione, c’è una grande attesa, ma abbiamo tante gente al seguito qui a Reggio Emilia che ci farà sentire a casa. Il fatto che così tanta gente arrivi da lontano non ci farà sentire la difficoltà di giocare in un campo diverso, magari avremo anche qualche motivazione in più» ha detto Gian Piero Gasperini che mette in mostra l’entusiasmo che c’è in casa Atalanta per questo ritorno in Europa.

Il pullman dell’Atalanta a Reggio Emilia

Il pullman dell’Atalanta a Reggio Emilia
(Foto by Foto da Atalanta.it)

L’arrivo della squadra

L’arrivo della squadra
(Foto by Foto da Atalanta.it)

L’arrivo della squadra

L’arrivo della squadra
(Foto by Foto da Atalanta.it)

L’arrivo della squadra

L’arrivo della squadra
(Foto by Foto da Atalanta.it)

Giovedì la sfida con l’Everton non a Bergamo, ma a Reggio Emilia e contro una squadra, quella di Koeman, che sulla carta è tra le favorite. «Affrontiamo ogni partita al meglio delle nostre possibilità, vale per domani ma anche per il campionato - dice il tecnico nerazzurro ai microfoni di Sky Sport 24 -, per noi sono tutti obiettivi importanti, certo quella di domani è la prima di sei gare e bisogna cercare di iniziare subito bene. È un girone difficile, tra i più duri della competizione, incontriamo squadre di Premier, della Ligue 1 (il Lione, ndr) e anche quella cipriota (l’Apollon Limassol, ndr) non è un’outsider, però anche noi arriviamo da un quarto posto in A e vogliamo rappresentare al meglio il nostro campionato. L’Everton è la classica squadra inglese, fisicamente forte, per noi è come giocare contro Inter, Milan, Lazio e Fiorentina, sono partite difficili, ma noi abbiamo grande fiducia». Sulla stessa lunghezza il Papu Gomez che non vede l’ora di misurarsi con le stelle dei Toffees.

Probabili formazioni di Atalanta-Everton
Atalanta (3-4-3): 1 Berisha; 3 Toloi, 13 Caldara, 5 Masiello; 33 Hateboer, 4 Cristante, 11 Freuler, 21 Castagne; 72 Ilicic, 9 Petagna, 11 Gomez. (91 Gollini, 6 Palomino, 28 Mancini, 8 Gosens, 15 de Roon, 27 Kurtic, 9 Cornelius). All.: Gasperini.

Indisponibili: Spinazzola Diffidati: nessuno Squalificati: nessuno Everton (3-4-2-1): 1 Pickford; 4 Keane, 5 Williams, 6 Jagielka; 30 Holgate, 26 Davies, 17 Gueye, 3 Baines; 20 Klaassen, 10 Rooney; 9 Sandro Ramirez. (22 Stekelenburg, 15 Martina, 2 Schneiderlin, 21 Besic, 18 Sigurdsson, 11 Mirallas, 29 Calvert-Lewin). All.: Koeman.

Indisponibili: Barkley, Bolasie, Coleman. Diffidati: Besic.
Squalificati: nessuno Arbitro: V. Bezborodov (Russia).


© RIPRODUZIONE RISERVATA