Esulta la Remer, battuta Agrigento Il Bergamo sfiora il blitz a Verona

Esulta la Remer, battuta Agrigento
Il Bergamo sfiora il blitz a Verona

Esulta la Remer (82-76 al PalaFacchetti su Agrigento) si arrende Bergamo per un solo canestro (65-67) in trasferta contro la qualificata e favorita Verona.

Remer sempre in vantaggio anche se i siciliani (quinto flop consecutivo) sono rimasti costantemente in gara. Soltanto al pronti via i trevigliesi avevano messo in seria difficoltà Agrigento tanto da terminare il quarto iniziale a +9 (24-15). Alla ripresa del gioco, però, il team siculo aveva una immediata reazione per poi sciupare quanto costruito al segnale dell’intervallo lungo (48-40). Praticamente punto a punto il tempo successivo ultimato 64-60 con le contendenti in grado di offrire minutaggi divertenti. Nel corso dei 10’ finali nonostante una Remer sempre in vantaggio gli ospiti si sono giocati la sfida sino al fischio della sirena. Coach Vertemati si è avvalso del talentuoso Marino in serata straordinaria (21) ben coadiuvato dall’ efficiente e praticoo Easley, 14 punti (perché lo si è ingaggiato in ritardo?) e da un Pecchia (19) da considerare titolare ad ampio raggio. Non male Voskuil, partito gran bene per poi smarrirsi denunciare evidenti scompensi. Risultato al 20’: 82-76.

L’atteso esordio dello statunitense Hollis ha dato subito maggior consistenza alla formazione cittadina tanto che a 60 secondi dal termine il tabellone indicava l’eloquente 64-64 in virtù del tiro mozzafiato di Fattori dalla grande distanza. A castigare, subito dopo definitivamente la squadra di coach Ciocca il neo acquisto Poletti dal perimetro. Prima equilibrio, pressochè, perfetto (22-17 al 10’) 35 pari al 20’ e 50-49 al 30’.

Da appaiare a Hollins per meriti il solito Fattori (12) e Sanna (11). Un vero peccato lasciare la preziosa posta in palio in “zona Cesarini” (concedeteci la battuta calciofila)considerata la convincente prestazione dell’intero collettivo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA