Europa League, strage di big E Cabezas trascina il Panathinaikos

Europa League, strage di big
E Cabezas trascina il Panathinaikos

L’ex atalantino decisivo per la qualificazione dei greci. Fuori dai preliminari Psv, Aberdeen, Gent e Bordeaux.

Si fa sempre più interessante il quadro dei preliminari di Europa League. Detto degli ingressi delle squadre eliminate dai preliminari della Champions (Legia Varsavia, Ajax, Bruges e Dinamo Kiev solo per citarne alcune), il ritorno del terzo turno ha lasciato sul campo molte vittime illustri. Il MIlan ha superato agevolmente il Craiova e venerdì alle 13 aspetta l’avversario del prossimo e decisivo turno (17 e 24 agosto, il 25 sorteggio dei 12 gironi a Montecarlo, con l’Atalanta già qualificata), non è andata così bene ad altri club blasonati che sono mestamente usciti di scena.

L’esultanza dell’Athletic Bilbao

L’esultanza dell’Athletic Bilbao

È il caso dei belgi del Gent, sconfitti dall’Altach (sì la squadra austriaca che ha ospitato l’amichevole Atalanta-Borussia Dortmund), ma ancora più degli olandesi del Psv Eindhoven fatti fuori dai croati dell’Osijek. Male anche il Bordeaux,eliminato dagli ungheresi del Videoton o gli scozzesi dell’Aberdeen, sconfitti dai ciprioti dell’Apollon o i tedeschi del Friburgo usciti per mano degli sloveni del Domzale. Tra le 29 qualificate al round decisivo, dove entrano in ballo anche le 15 eliminate dalla Champions League, ci sono anche vecchie conoscenze atalantine, come la Dinamo Zagabria. Passa con il fiatone l’Everton, mentre i baschi dell’Athletic Bilbao superano agevolmente la Dinamo Bucarest, così come il Marsiglia con l’Ostenda.

A proposito di vecchie conoscenze: nella vittoria con passaggio di turno dei greci del Panathinaikos (gran brutto cliente) c’è il piedino fatato dell’ex nerazzurro Cabezas. Guardate che rete che ha fatto agli azeri del Gabala.


© RIPRODUZIONE RISERVATA