Freuler, l’esordiente si racconta
«Sono felice e sogno i tre punti»

Freuler, l’esordiente si racconta «Sono felice e sogno i tre punti»
Contro l’Empoli una delle buone notizie è stata proprio la prestazione di Freuler, in grado di superare senza problemi il check-point numero uno della sua prima mezza stagione atalantina: i prossimi sono la conferma, il gol e, magari, la convocazione a Euro 2016.

Progetti e speranze ce li racconta lui stesso, intervistato da Matteo Spini su L’Eco di Bergamo in edicola il 9 febbraio. Freuler giudica positivamente il suo esordio: «Credo di essere entrato bene - spiega - ho corso molto e ho provato ad aiutare la squadra: ho perso solo un pallone, nella ripresa. Sono soddisfatto». Emozioni? «Ero tranquillo: ho saputo che avrei giocato solo un paio d’ore prima del calcio d’inizio, quando il mister ha comunicato la formazione. Ma nel calcio bisogna sempre essere preparati».

Freuler evidenzia poi che per l’Atalanta «è un momento complicato, perché la vittoria non arriva da parecchio. La chiave è giocare semplice e fare bene le cose facili: i gol e le vittorie arriveranno da soli, poi tutto sarà in discesa. Il primo tempo di domenica, comunque, è una buona base». Quanto è lontana la salvezza? «Meglio pensare ad una partita alla volta. Siamo pronti per tornare a prenderci i tre punti e rilanciarci: di certo ci proveremo già domenica contro la Sampdoria».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 9 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA