Gasp: «Noi l’anti-Inter? Lo dicono gli altri, fa parte di quanto si scrive sui giornali»

Le parole del mister alla vigilia della partita con la Roma.

Gasp: «Noi l’anti-Inter? Lo dicono gli altri, fa parte di quanto si scrive sui giornali»

« Noi l’anti-Inter? Lo dicono gli altri, fa parte di quanto si scrive sui giornali» . Alla vigilia del penultimo turno di campionato, Gian Piero Gasperini nega ancora che la sua Atalanta punti allo scudetto: «Il nostro percorso è affrontare le partite al meglio, vivendo non di pensieri a lunga scadenza ma, ad oggi, di Roma e di Genoa da preparare - precisa l’allenatore nerazzurro -. Non è decisiva domani, ma dobbiamo vincerne il più possibile. La logica è mettere fieno in cascina per approdare ai traguardi un passo dopo l’altro, tipo riconfermarci in zona Champions».

Il tecnico nerazzurro parla anche dell’avversario di domani: «Mourinho è un grande allenatore, i successi parlano per lui. Ha portato entusiasmo alla piazza, il campo è un’altra cosa ma sono convinto che riuscirà a migliorare la qualità della sua squadra. E’ umano anche lui come tutti: è solo all’inizio del percorso - prosegue -. Ha un reparto d’attacco che vale le migliori. Abraham e Zaniolo sono molto forti, ma anche il contorno lo è: mi pare una squadra attrezzata in tutti i reparti, non soltanto in attacco».

Sui suoi, dopo 6 vittorie di fila, Gasperini è netto: « L’Atalanta ha una bella testa: quando vinci a quel modo a Verona, vuol dire che l’autostima cresce. Ci soddisfa essere andati in gol con 14 giocatori diversi. Anzi, speriamo di aggiungerne uno o due »

© RIPRODUZIONE RISERVATA