Grande festa per la Sarnico-Lovere
I bergamaschi Gariboldi e Gelmi quarti

In 1h15’46” , tre secondi in più del record della corsa, Joash Kipruto Koech ha trionfato nella Sarnico-Lovere, bellissima gara che si è svolta domenica mattina 24 aprile sul lungolago.

Grande festa per la Sarnico-Lovere I bergamaschi Gariboldi e Gelmi quarti

Secondo classificato il ruandese Jean Baptiste Seimukeka con 1h16’07”; sul terzo gradino del podio Julius Rono Kipngetich. Primo italiano Simone Gariboldi, delle Fiamme Oro Padova, arrivato quarto, in 1h18’18”. «I primi tre andavano veramente forte - ha ammesso Gariboldi -, ma sono comunque soddisfatto della mia gara: ho ricevuto buone sensazioni da quello che considero un test a tutti gli effetti».

In campo femminile non c’è stata gara con la keniana Caroline Cherono che ha corso in 1h27’59”, staccando sensibilmente Elena Casaro dell’Atletica Club 2000 Dobbiaco (1h37’05”) e Francesca Marin della Pro Patria Busto Arsizio, terza in 1h37’45”. Prima bergamasca Luisa Gelmi del Gruppo Alpinistico Vertovese, quarta in 1h37’57”.

Una gara che ha richiamato come sempre tantissime persone: alle 9,30 sono stati più di 3.500 i runners al via della sesta edizione della manifestazione, in un percorso collaudato di 26 chilometri sul lago, toccando Predore, Tavernola, Riva di Solto, Solto Collina, Castro, fino al traguardo al Porto turistico di Lovere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA