Il futuro? Faremo il punto a fine stagione Vigilia Juve, Gasperini non si sbilancia

Il futuro? Faremo il punto a fine stagione
Vigilia Juve, Gasperini non si sbilancia

Nell’usuale conferenza stampa pre match del sabato l’allenatore atalantino dice «non farò mai niente che non sia condiviso con il presidente».

«Già con il presidente Percassi abbiamo detto che dobbiamo fare il massimo fino alla fine del campionato, dopo di che si fa un punto della stagione e poi si parlerà, non farò mai niente che non sia condiviso con il Presidente». Sono queste le uniche dichiarazioni di Gian Piero Gasperini, alla vigilia della sfida in casa della Juventus, si sofferma sulle voci che lo vorrebbero già sulla panchina della Roma, pur senza nominarla. Il tecnico dell’Atalanta assicura di aver smaltito la delusione della partita con la Lazio di mercoledì: «Psicologicamente ne siamo usciti vincitori, Bergamo e tutta l’Italia hanno la sensazione di quanto è successo - spiega -. Abbiamo cancellato la finale di Coppa Italia perché abbiamo altri traguardi, mentre per la Lazio era l’ultima chance. Ora ci giochiamo i punti per l’Europa League o la Champions League».

Gasperini nega di aver mai avuto preferenze tra il trofeo e la qualificazione più prestigiosa: «Sugli obiettivi non abbiamo mai fatto distinzioni, ma certamente la Champions significherebbe un salto di qualità storico per le dimensioni dell’Atalanta - chiude -. Nei gironi entreremmo in quarta fascia, trovando due squadre fortissime. Economicamente ci sarebbero vantaggi enormi. La Coppa Italia è un trofeo, sarebbe rimasto in bacheca».


© RIPRODUZIONE RISERVATA