«Il gol di Brignoli uno spot per il calcio» Il bergamasco: Gattuso ha rosicato

«Il gol di Brignoli uno spot per il calcio»
Il bergamasco: Gattuso ha rosicato

«Il gol di Brignoli è uno spot per il calcio in assoluto. Sarà rimbalzato su tutte le tv e i social. Anche perché c’è stata una doppia combinazione, il Benevento che mai aveva fatto un punto in Serie A e il Milan club di prestigio planetario». Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò.

Malagò ha commentato la rete al 95’ del portiere del Benevento, il bergamasco Alberto Brignoli, che domenica ha portato il primo punto in Serie A dei sanniti contro il Milan. «Tutto amplificato all’ennesima potenza - aggiunge Malagò a margine della consegna dei Premi Ussi-Coni 2017 al Salone d’Onore - è la forza di questo sport, che malgrado i problemi e le criticità, episodi del genere riportano al bello e alle emozioni, che sicuramente aiutano».

E anche il bergamasco, originario di San Paolo d’Argon, si lascia andare a qualche dichiarazione il giorno dopo l’impresa: «Gattuso ha rosicato. Ci sta, al 95° minuto» ha detto a Radio 105. È lui che ha regalato di testa il 2-2 con il Milan che è valso il primo punti in classifica per i campani. «Quando stavo per entrare in area, mi è passato davanti il flash del goal che poi ho fatto, dieci secondi prima di farlo, come con la playstation, quando dici “Adesso lo muovo” e poi si muove, quando provi gli schemi sul calcio d’angolo - ha rivelato il 26enne estremo difensore, in prestito dalla Juventus - L’ho visto prima nella mia testa e poi è andata bene. Non ho nemmeno visto il pallone entrare perché ero girato dall’altra parte, l’ho colpito con la nuca».

Brignoli, ex Sampdoria e Perugia, non sa dire «quanti messaggi mi sono arrivati. Prima della partita avevo 5.000, 6.000 follower su Instagram. Adesso ne ho 31.000, 32.000». La sua è stata una prodezza da bomber navigato, ma Brignoli non ha intenzione di cambiare ruolo: «No, non ce la faccio a correre, non ho pazienza», ha chiosato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA