Il grande cuore della Berghem#molamia: Gazzaniga al centro della rinascita

Ciclismo Grande successo di partecipazione e pubblico alla Granfondo di domenica 12 giugno: oltre 1.300 concorrenti da ogni parte del mondo conquistati dai paesaggi e dalla passione dei bergamaschi.

Il grande cuore della Berghem#molamia: Gazzaniga al centro della rinascita
La partenza dell’edizione 2022 della Berghem#molamia, domenica 12 giugno a Gazzaniga: la Granfondo della Rinascita ha conquistato partecipanti provenienti da ogni parte del mondo

La magia della Berghem #molamia, la Granfondo della Rinascita di ciclismo per amatori, ha colpito ancora, incantando grandi e piccini domenica 12 giugno a Gazzaniga. Oltre 1.300 partecipanti provenienti da ogni parte del mondo sono rimasti folgorati dalla bellezza delle montagne, dei laghi (d’Iseo e di Endine), delle strade e dall’affetto dei bergamaschi.

La carovana gialla ha attraversato 39 comuni dalla Valle Seriana alla Val di Scalve, Val Camonica, Alto Sebino, Valcavallina, Val Serina e ritorno a Gazzaniga snodandosi su tre percorsi (Kürt, corto, di 72,3 km, Mezz, medio, di 115 km e Lonk, lungo, di 183 km) inondati dal sole come hanno testimoniato alcuni dei partecipanti. «Giriamo l’Italia partecipando a svariate Granfondo ma un’accoglienza così non l’abbiamo mai trovata. Ci siamo sentiti a casa. Sulla Presolana ho persino ballato dalla gioia», ha detto Sara Lavarini da Udine. «Amazing, fantastica giornata», le ha fatto eco la belga Elisabeth Floren.

Savoldelli: «Rappresenta il nostro spirito»

Al via anche i rappresentanti delle istituzioni: Giorgia Gandossi, consigliere della Provincia di Bergamo, il vicequestore Mirella Pontiggia, Mattia Merelli, sindaco di Gazzaniga, Emanuele Borgna, presidente Acsi, Gabriele Bettineschi, sindaco di Colere. E poi Giovanni Bettineschi presidente Promoeventi, Norma e Massimo Gimondi, Beppe «Turbo» Guerini, la campionessa paralimpica Claudia Cretti, il campione Samuel Quaranta del Team Colpack. «Quante emozioni. Una manifestazione unica nel suo genere che rappresenta lo spirito di noi bergamaschi», ha detto il «Falco» Paolo Savoldelli, speciale «portavoce» della manifestazione. Un successo strepitoso che giù guarda al futuro, alla prossima edizione dell’11 giugno 2023.

© RIPRODUZIONE RISERVATA