Il Parma non giocherà a Genova
Ma Manenti insiste: «I soldi ci sono»

«Non andremo a Genova, abbiamo chiesto che venga rinviata la partita». Lo ha annunciato il capitano del Parma Alessandro Lucarelli. La posizione di parte del gruppo, che già giovedì aveva espresso la volontà di fermare il campionato del Parma, ha quindi prevalso.

Il Parma non giocherà a Genova Ma Manenti insiste: «I soldi ci sono»

«Non andremo a Genova, abbiamo chiesto il rinvio della partita. Se non ce lo concederanno allora sciopereremo» aveva concluso in mattinata Lucarelli prima che Tavecchio desse l’ok al rinvio. «La richiesta di rinvio della partita è stata fatta alla Federazione. Non ci sono le condizioni per affrontare una gara di serie A». Parole del presidente dell'Assocalciatori, Damiano Tommasi, che aveva confermato quanto anticipato dal capitano del Parma.

«Noi speriamo che in questa settimana ci sia qualche speranza per il Parma. Attendiamo l’assemblea di Lega del 6 marzo. La Federazione - aveva continuato Tommasi - farà le sue valutazioni. I giocatori del Parma hanno deciso di aspettare un'altra settimana per capire se anche Manenti può andare avanti. Quella del Parma è una situazione straordinaria che richiede misure straordinarie. Oggi il Parma non può scendere in scampo».

E difatti, il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, nel pomeriggio di venerdì 27 febbraio ha accordato il rinvio del match Genoa-Parma, chiesto da Aiac e Aic e legato ai problemi della società ducale. Lo ha confermato il numero uno della Federcalcio alla conclusione del consiglio federale.

Giampietro Manenti si è presentato all'incontro con il sindaco Pizzarotti e ha varcato la soglia del Comune di Parma alle 16.35. Oltre a una fitta schiera di giornalisti, presenti anche alcuni tifosi che hanno contestato l'attuale presidente del Parma. Il numero uno gialloblù è arrivato a piedi al summit dopo un incontro nella filiale parmigiana di una banca tedesca distante solo pochi metri dal comune. «I soldi ci sono e mi servono ancora due, tre giorni», ha comunicato ai giornalisti prima di entrare. Abbiamo un piano - ha aggiunto Manenti -. I soldi arriveranno nei prossimi giorni. Sono soldi degli sponsor».

Ricordiamo che tra due domeniche il calendario proporrà Parma-Atalanta, difficile prevedere se si giocherà regolarmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA