Un minuto di silenzio al Comunale Il ricordo della famiglia Bortolotti - Video
Cesare Bortolotti con Emiliano Mondonico

Un minuto di silenzio al Comunale
Il ricordo della famiglia Bortolotti - Video

Un minuto di silenzio prima della partita con l’Hertha per ricordare Achille, Cesare e Ester Bortolotti, recentemente scomparsa. Le immagini storiche di Bergamo Tv.

Il suo nome e quello del padre sono legati a doppio filo con l’Atalanta: Cesare e Achille Bortolotti, a cui è dedicato lo storico Trofeo che si gioca anche stasera, sono due figure che hanno segnato in maniera indelebile il mondo nerazzurro. Il Comunale li ha ricordati insieme a Ester recentemente scomparsa con un minuto di silenzio. Cesare, morto nel 1990 in un incidente stradale, è stato imprenditore e soprattutto grande dirigente sportivo. Nel 1980 ereditò dal padre Achille la carica di presidente dell’Atalanta: a 30 anni divenne il più giovane presidente di società calcistiche professionistiche. Lo ricordiamo con questa carrellata di immagini mute pescate dagli archivi storici di Bergamo Tv.

Tuttavia la sua avventura alla guida della società calcistica bergamasca si aprì con una stagione disastrosa, culminata con la retrocessione della squadra in Serie C1. Da quella esperienza negativa si rifece immediatamente ritornando subito tra i cadetti, dopo aver affidato la panchina ad Ottavio Bianchi, allora tecnico emergente.

Cesare Bortolotti con il padre Achille

Cesare Bortolotti con il padre Achille

Due anni più tardi riportò i bergamaschi nel massimo campionato, categoria nella quale si tolsero numerose soddisfazioni negli anni seguenti, tra cui una finale di Coppa Italia, una semifinale di Coppa delle Coppe e due qualificazioni in Coppa UEFA, il tutto puntando sempre su tecnici emergenti: Nedo Sonetti prima ed Emiliano Mondonico poi. Qui alcune immagini sempre dell’archivio di Bergamo Tv mentre partecipa agli allenamenti di Glenn Stromberg a Zingonia.

Primo presidente-manager della storia neroazzurra, ai risultati sportivi riuscì ad abbinare sia un’attenta gestione economica della società che il rilancio del vivaio neroazzurro. Perse la vita all’età di 39 anni la notte tra il 6 ed il 7 giugno 1990 in un incidente stradale a Predore, a poca distanza dalla sua abitazione di Sarnico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA