Il rientro al PalaFacchetti non porta bene Cassa Rurale, resa nel finale col Tortona
Lo statunitense Pacher in azione in una foto d'archivio

Il rientro al PalaFacchetti non porta bene
Cassa Rurale, resa nel finale col Tortona

Basket. Partita sostanzialmente equilibrata, tanto che a due minuti dalla sirena il punteggio parlava di 65-65. Decisivi agli effetti dell’esito del match un paio di tiri liberi, autori Mascolo e lo scatenato Pullazi, indimenticabile ala-centro del Bergamo in B.

Non porta bene alla Cassa Rurale il rientro a Treviglio dopo circa tre mesi di esilio a Bergamo. A vincere domenica 1 dicembre sul ristrutturato parquet del PalaFacchetti il Tortona (72-69 il risultato), protagonista di uno spumeggiate quarto tempo. Partita, comunque, sostanzialmente equilibrata, tanto che a due minuti dalla sirena il punteggio parlava di 65-65. Decisivi agli effetti dell’esito del match un paio di tiri liberi, autori Mascolo e lo scatenato Pullazi, indimenticabile ala-centro del Bergamo in B.

La preziosa posta in palio, pertanto, al Tortona, che raggiunge la posizione di sinistra della graduatoria bloccando a destra i bancari, che però devono recuperare con Agrigento (sempre in casa giovedì 5 dicembre, alle ore 21). I parziali avevano visto in costante vantaggio (sia pure di poco) il team di coach Adriano Vertemati: 20-18; 37-34; 58-54. A livello individuale bene lo statunitense Pacher (22), sorretto dall’under ma ormai titolarissimo Palumbo (17) e in parte da Borra (10): non al meglio Caroti e capitan Reati; insufficiente il bulgaro Ivanov, dal quale sarebbe logico attendere un rendimento maggiore. Sul fronte opposto elogi al citato Pullazi (12), il quale alle qualità tecniche aggiunge un agonismo straordinario. Grazulis (18, 3 su 5 dalla grande distanza) inoltre ha meritato qualche applauso in più. Una partita scoppiettante che ha tenuto col fiato sorpreso sino al termine il buon pubblico presente al quale la società dà appuntamento, come si è detto, giovedì prossimo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA