Impresa della Remer a Ravenna I trevigliesi  sono vicini ai   playoff

Impresa della Remer a Ravenna
I trevigliesi sono vicini ai playoff

Impresa Remer che espugna il palasport della seconda Ravenna. Con il prezioso blitz i trevigliesi agganciano proprio il team romagnolo mettendo una incoraggiante ipoteca sui playoff.

Una prestazione super quella di capitan Rossi e compagni che li ha visti condurre nel punteggio dalla metà della terza frazione. Ma il capolavoro, targato Bergamo, è stato certificato negli istanti inziali dell’ultimo quarto. Nel giro di soli 3’ la Remer ha collezionato un margine di 15 lunghezze (59-44) inviando, così, un preciso messaggio agli sbalorditi avversari. Uno scarto, poi, saggiamente amministrato con impegno e intelligenza sino al suono della sirena.

A giganteggiare, a Ravenna, è stato l’ormai «smascherato» Gaspardo, autore di 18 punti e di 10 rimbalzi. Ma a livello individuale tanto di cappello pure a Carnovali (3 su 5 nelle triple nonostante il solito, secondo noi, non adeguato minutaggio concessogli dall’allenatore) e Turel che in questa seconda parte del torneo è migliorato in modo concreto. Per mettere alle corde una contendente di valore come Ravenna c’è voluta una prova maiuscola dell’intero collettivo. Veniamo ai parziali. Primo quarto 16-15; secondo 33-30; terzo 44-50; quarto 64-74.

Più che soddisfatto anche se ragionevolmente contenuto come da suo stile il generale manager Euclide Insogna: « La nostra squadra continua a stupire anche se noi, ormai, non ci meravigliamo più. Bravo è coach Adriano Vertemati a mantenere in tutti i giocatori le motivazioni ideali per inseguire puntualmente i migliori risultati». Capito?

Arturo Zambaldo

Il tabellino

RAVENNA 64-REMER 74

RAVENNA: Holloway 10, Amoni 15, Cicognani 12, Rivali 9, Singletary 16, Raschi 4, Grassi, Zannini, Tambone, Foiera Biancoli

REMER: Kynzlink 7, Gaspardo 18, Marino 7, Rossi 5, Turel 11, Carnovali 13, Sabatini 8, Marusic 2, Slanina 3, Permon


© RIPRODUZIONE RISERVATA