Insulti via web a giornalista bergamasco Fnsi critica il  gip che ha archiviato il caso

Insulti via web a giornalista bergamasco
Fnsi critica il gip che ha archiviato il caso

Lo affermano, in una nota, il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, e il presidente dell’Associazione lombarda dei giornalisti, Paolo Perucchini. La vicenda è stata raccontata dalla stampa negli ultimi giorni: le offese al giornalista - scrive ad esempio la Gazzetta dello Sport - sono state archiviate perché «uomo di m...» è stato ritenuto troppo generico, ed è stato scritto da persone nascoste da un nickname.

«Ancora più grave - osservano - è che il Gip Tino Palestra, nell’archiviare il procedimento, abbia rilevato che definire «uomo di m...» un giornalista deve ricondursi quantitativamente entro i limiti della particolare tenuità “perché in ambito sportivo un insulto generico ci può anche stare”. Con queste parole il Gip ha di fatto sdoganato la libertà di insultare i cronisti che fanno il proprio dovere, riportando indietro le lancette della storia e cancellando con un colpo di spugna le battaglie di chi si sforza di allontanare la violenza verbale dai luoghi in cui si celebrano eventi sportivi perché questa è a sua volta l’anticamera dell’aggressione e della violenza fisica».


© RIPRODUZIONE RISERVATA