Jackson per «l’operazione-risalita» Primo allenamento dell’americano
Darryl Jackson

Jackson per «l’operazione-risalita»
Primo allenamento dell’americano

Primo allenamento mercoledì 1° gennaio al PalaAgnelli cittadino con i compagni del Bergamo per Darryl Jackson, nuova guardia ingaggiata per l’operazione-salvezza.

Il trentaquatrenne americano ha subito dichiarato di essere pronto «per portare il team orobico fuori dai fuochi roventi dove si trova la squadra». Poi aggiunge: «L’esperienza non mi manca in virtù dei quattro campionati tra serie A 1 e 2 già disputati in Italia. Da sempre spendo ogni energia sul parquet e so che sono stato scelto per la caratteristica nel collezionare i canestri specie dalla media e grande distanza». E di punti da Jackson, Bergamo, ne ha gran bisogno a cominciare dall’importante sfida di sabato 4 gennaio, in trasferta contro Roma, avversaria che la precede in classifica di un paio di lunghezze.

Certo, Jackson avrà bisogno di un ragionevole lasso di tempo per assimilare al meglio gli schemi tattici predisposti da coach Marco Calvani. A puntare su di lui nel mercato invernale è stato il general manager Gian Luca Petronio, alle prese con diverse problematiche da risolvere anche sotto l’aspetto delle pubbliche relazioni con istituzioni e tutto ciò che riguarda contatti e rapporti esterni. «Alternative sulla carta - precisa il dirigente - non mancavano. Alla fine con Calvani ci siamo orientati su Jackson memori delle sue soddisfacenti prestazioni quando indossava le canotte di altre formazioni».

Tra i supporter (che hanno festeggiato a lungo la terza vittoria su Tortona domenica 29 dicembre al PalaAgnelli) la domanda ricorrente è se a Jackson seguiranno altri innesti. Bocche strettamente cucite in società al riguardo. L’auspicio è che la caccia a un italiano prosegua in maniera certificabile. Se tornasse Fattori che a Roma non è che venga utilizzato come meriterebbe? Tempo al tempo...


© RIPRODUZIONE RISERVATA