La Foppa si arrende al golden set Addio alla Final four di Coppa Italia

La Foppa si arrende al golden set
Addio alla Final four di Coppa Italia

L’Imoco Volley Conegliano con il cuore ed estrema lucidità conquista la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia al termine di una stupenda battaglia con la Foppapedretti Bergamo.

Le pantere di Rossano Bertocco replicano il 3-1 che le rossoblù avevano ottenuto all’andata e si impongono 15-13 nel set di spareggio, una vera e propria altalena di emozioni. Cancellati in una sola sera i ricordi negativi legati alla Coppa Italia dell’anno scorso - mancato accesso alla Final Four disputata proprio al PalaVerde - e al recente scivolone di Coppa Cev. Le orobiche di Stefano Lavarini cedono le armi non senza lottare, com’è nel dna del club lombardo, e non potranno difendere la finale ottenuta nella scorsa stagione.

Nel primo set equilibrio pazzesco fino al 15-15 - sintomo di quanto sarebbe accaduto più avanti - poi il break con le battute di Katic e i punti di Ozsoy e Nikolova (la bulgara recuperata in extremis dopo i fastidi fisici degli ultimi giorni). L’Imoco Conegliano va avanti 20-15, poi chiude 25-21 con Adams. Nel secondo set tutto si decide in volata, grandi difese da entrambe le parti, Conegliano annulla due set ball alle ospiti sul 22-24 con Ozsoy e Nikolova, ma alla fine la squadra di Lavarini trova il muro vincente di Paggi e chiude 24-26.

Il terzo set vede Conegliano allungare rabbiosa con i muri di Adams e Ozsoy (15-7). Sara Loda riporta sotto Bergamo (18-14), ma le padrone di casa non ci stanno e con una Adams in grande spolvero e una concreta Ozsoy chiudono 25-18. Nel quarto e decisivo set difese in evidenza, i due liberi De Gennaro e Merlo danno spettacolo, e si resta appaiati (16-16). Corpo a corpo fino alla fine, sprint finale con tanta tensione, lo decidono Nikolova e un muro di Barazza per il 25-22.

Il 3-1 «copia» il risultato dell’andata e le due squadre si affrontano, come da regolamento, nel set di spareggio. Allunga subito l’Imoco con la schiacciatrice turca (5-2), poi i muri di Adams e Barazza per il 10-5 che pare chiudere la contesa. Loda e compagne rispondono ancora, indomite, e piazzano un parziale di 6-1, ennesimo pareggio a quota 11. La fine di una fantastica partita dai mille cambi di fronte arriva con il muro di Barazza e l’attacco di Nikolova che mandano Conegliano alla sua prima Final Four della storia: 15-13.

«Una vittoria eccezionale - afferma un emozionato Bertocco -, complimenti alle ragazze che ci hanno creduto sempre e hanno lottato alla grande dall’inizio alla fine. Abbiamo mantenuto la calma anche nei momenti difficili e abbiamo tenuto alta la concentrazione fino in fondo, una qualificazione sofferta e per questo ancor più bella». «Purtroppo brucia - mastica amaro Lavarini, che non cerca alcun alibi -, ma la differenza l’hanno fatta i nervi saldi di Conegliano che è stata sempre lucida. Anche il set che abbiamo vinto noi abbiamo dovuto sudarlo ai vantaggi. Peccato, ma onore ai nostri avversari»..

IL TABELLINO

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO-FOPPAPEDRETTI 3-1 (4-1 DOPO IL GOLDEN SET)

Parziali: 25-21, 24-26, 25-18, 25-22; GS 15-13.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Hancock, Fiorin 2, Adams 21, Arimattei 2, De Gennaro (L), Katic 5, Ozsoy 31, Nikolova 23, Barcellini 1, Barazza 7. Non entrate Furlan, Boscoscuro, Nicoletti. All. Bertocco.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Mori, Loda 22, Paggi 12, Blagojevic 4, Merlo (L), Melandri 9, Radecka Sadurek 2, Plak 10, Sylla 18. Non entrate Deesing, Mambelli, Tasca. All. Lavarini.

Arbitri: La Micela, Piana.

Note: durata set 29’, 34’, 28’, 29’, 19’; tot: 139’


© RIPRODUZIONE RISERVATA