La gioia del leghista atalantino a Milano «Girare così è una goduria assoluta»

La gioia del leghista atalantino a Milano
«Girare così è una goduria assoluta»

Bergamasco di nascita, atalantino e leghista di fede, Stefano Bolognini era uno dei pochi tifosi nerazzurri presenti domenica a San Siro.

Ma tranquilli, nessuna violazione al divieto di trasferta. Bolognini a Milano ci abita ed è un esponente leghista di peso, assessore provinciale fino a quando le Provincia di Milano c’è stata. Solo che Bolognini non dimentica, proprio no, i suoi natali bergamaschi e la sua fede atalantina. Domenica si è così messo al collo la sua brava sciarpa nerazzurra e si è goduto la vittoria nerazzurra in diretta.

Tra le altre cose, a pochi passi da quel Matteo Salvini di provata fede milanista e domenica a San Siro con tanto di cappellino rossonero: «Lo ammetto, un giorno all’anno, per 90 minuti odio il capitano e lui odia me!» scrive Bolognini sul suo profilo Facebook, con tanto di foto in tandem con il segretario federale con dito medio alzato. Che nemmeno il miglior Bossi dei tempi che furono...

Ma una vittoria del genere val bene qualche sofferenza, perché poi arriva il lunedì. E sono soddisfazioni per un bergamasco a Milano... Come quella di girare con il bomber ufficiale camouflage nerazzurro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA