La Mille Miglia sfila in centro a Bergamo Classe e potenza di storici capolavori

La Mille Miglia sfila in centro a Bergamo
Classe e potenza di storici capolavori

Strade piene in centro a Bergamo per l’atteso passaggio della Mille Miglia, la storica corsa d’auto d’epoca. Tantissime persone hanno affollato il Sentierone per ammirare capolavori storici di classe e potenza.

Il passaggio nella città di Bergamo è una delle ultime mete della corsa che oggi arriverà a Brescia. Quest’anno, da Brescia a Roma e ritorno in 4 tappe, hanno partecipato alla gara 450 vetture d’epoca, appartenenti a 73 diverse Case costruttrici, di cui 10 alla categoria Militare condotte da rappresentanti delle Forze Armate. Tra le vetture di privati e quelle provenienti dalle Case automobilistiche, il pubblico assiepato lungo 1.600 km di strade italiane ha potuto ammirare una completa rassegna dell’automobilismo sportivo prodotto dagli anni Venti agli anni Cinquanta. Gli equipaggi iscritti sono 450, originari di 37 Paesi di tutti i Continenti. 49 le vetture storiche Fiat in lizza, seguite - per numero - da Alfa Romeo, Jaguar e Mercedes-Benz.

Il modello Alfa Romeo 6C 1750 Gran Sport/Revelli del 1931 ha vinto il premio «The Greatest breakthrough of its time» che Perini Navi assegna alle auto partecipanti alla Mille Miglia. Il premio è stato assegnato a Corrado e Duccio Lopresto dalla giuria composta da nomi del design e del giornalismo con queste motivazioni: «partendo da un design in linea con le auto del tempo, il designer Mario Revelli di Beaumont ha ridisegnato la carrozzeria dell’Alfa Romeo 6C 1750 Gran Sport/Revell modificandone le linee originali e rendendola più performante e aerodinamica». «Abbiamo l’Alfa Gran Sport/Revelli - ha detto Franco Romani, Design & Style Director di Perini Navi - perché rappresenta un esempio di autentico ’timeless design’, in cui da sempre identifica Perini Navi. Il design identitario e lo stile di questa vettura sono in linea con il dna e con i valori Perini Navi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA