La Remer va ko all’esordio Omegna si rivela troppo forte

La Remer va ko all’esordio
Omegna si rivela troppo forte

Troppo forti i padroni di casa per questa Remer. Che coach Magro disponesse di un roster concretamente superiore non costituiva novità alcuna sin dalla vigilia. Non a caso Omegna è tra i team votato all’alta classifica.

Per la giovane Remer, invece, l’importante sarà non piazzarsi sotto il tredicesimo posto della regular season per accedere subito alla seconda divisione nazionale. Il film della partita, del resto, ha puntualmente visto i locali condurre nel punteggio. I parziali: 27-13 (primo quarto) 54-38 (secondo) 74-53 (terzo) e 92-76 alla sirena finale. Omegna per diversi tratti è stata avanti anche di 20-21 lunghezze.

Buona, comunque, la reazione della squadra trevigliese all’inizio dell’ultimo round quando approfittando anche di un improvviso calo più mentale che fisico degli avversari era riuscita a ridurre il passivo di una dozzina di punti (76-64). Ma nei successivi minuti Omegna ha ripreso l’autorevole passo tenendo così di nuovo a debita disyanza i contendenti.

Cifre alla mano, Omegna ha surclassato la Remer nei rimbalzi (44 a 24) e nella percentuale dei tiro dalla lunga distanza (42 a 29). Sotto l’aspetto dei singoli, nelle fila di Omegna hanno giganteggiato gli Usa, Conger (20) e Saddler (19) seguiti da Iannuzzi e Tavernelli, figlio di Stefano, ex mano calda del Celana. Sul fronte Remer, buone le prove di Carnovali (4 su 8 nelle bombe), Marino e del coriaceo Turel.

Non in giornata Kynzlink che nelle amichevoli precampionato aveva «mangiato» canestri su canestri. Non ci resta che auspicare il pronto riscatto domenica prossima: in arrivo al PalaFacchetti Ferrara.

Arturo Zambaldo

OMEGNA-REMER 92-76

OMEGNA: Iannuzzi 13, Conger 20, Masciadri 6, Tavernelli 10, Saddler 19, Resca 4, Della Torre, Gurini 10, Vildera 4, Smorto 6. All. Magro

REMER: Kyzlink 2, Gaspardo 6, Marino 15, Carnovali 12, Rossi 9, Sabatini 9, Slanina 9, Turel 11, Marusic 3, Beretta. All. Vertemati


© RIPRODUZIONE RISERVATA