Martedì 29 Maggio 2012

«AlbinoLeffe, il settore giovanile
ha superato quello dell'Atalanta»

«Ultimamente il settore giovanile dell'Albinoleffe è un pò più avanti di quello dell'Atalanta: in questo momento mi sento di affermare che c'è stato il sorpasso anche se, naturalmente, guai dimenticare gli indiscussi e indiscutibili meriti acquisiti dal club nerazzurro su questo fronte».

Considerazioni alquanto sorprendenti quelle espresse, con fermezza, da Alessio Pala, 47 anni, di Pagazzano, per 3 lustri allenatore del «vivaio» di Zingonia prima di passare alle dipendenze del presidente Gianfranco Andreoletti (AlbinoLeffe). Ad avallare la bontà dei «baby» in forza al sodalizio seriano, Pala - subentrato a Sandro Salvioni nel finale del campionato cadetto sulla panchina della prima squadra - ai microfoni di Matteo De Sanctis, su Bergamo Tv, in occasione dell'annuncio del «Trofeo Ambrogio Mazza», ha aggiunto: «Ho fatto di recente esordire in serie B qualcosa come 10 ragazzi, e non perché si trattava delle ultime gare ma perché sono bravi ed emergenti. E l'importante salto di categoria è stato da loro superato in maniera positiva a conferma delle loro qualità tecniche».

A questo punto Pala si è soffermato sulla punta centrale Andrea Belotti, 18 anni, della Under 19 azzurra: «L'ho visto bene contro il Belgio, abile, tra l'altro, nel procurare il calcio di rigore».

Sempre Pala: «Al di là dei lusinghieri risultati e classifiche centrati con pieno merito sul campo dalle varie formazioni, parecchi nostri giovani sono richiesti da molte società. Per l'Albinoleffe e i tecnici si tratta di una enorme soddisfazione; ai ragazzi l'augurio nonché il rigoroso invito a proseguire il percorso coniugando puntualmente l'umiltà con l'immutato impegno».

Infine Pala, in lizza per dirigere pure nella prossima stagione sportiva l'Albinoleffe, ha indicato nel ventitreenne Micael Girasole, ora centrocampista dell'Albinoleffe «il giocatore, che ho allenato anche all'Atalanta, di sicuro avvenire».

L'intervista a Pala, riproposta nella puntata di «Tutto Atalanta», lunedì scorso, ha dato addito ad un interessante dibattito da parte degli ospiti in studio.

Arturo Zambaldo

a.ceresoli

© riproduzione riservata