L’Atalanta a Roma cerca il gran colpo Niente barricate, l’impresa è possibile

L’Atalanta a Roma cerca il gran colpo
Niente barricate, l’impresa è possibile

Gran colpo cercasi in quel di Roma, consapevoli che qualcosa potrebbe essersi finalmente sbloccato. Dopo il match con il Sassuolo, tre punti d’oro, una reazione vogliosa, finalmente da Atalanta, e una classifica che magicamente sorride, con la zona pericolosa nettamente allontanata a 7 punti sul Cesena, 8 se consideriamo lo scontro diretto vinto all’andata ed in attesa di quello, a questo punto decisivo per chiudere, nel turno infrasettimanale del 29 aprile, Denis e compagni vanno a far visita ad una Roma con diversi problemi ma in leggera ripresa.

La classifica non solo non piange, ma in una sola settimana sorride e il match di Roma arriva nel momento giusto. La formazione di Reja non incontra quella di Garcia con l’acqua alla gola, non ha bisogno di punti a tutti i costi e può affrontare Totti e compagni convinta della propria forza, senza barricate e con un po’ di spensieratezza. Difendersi 90’ contro i giallorossi sarebbe un suicidio tattico, provare a imporre il proprio gioco, consapevoli della voglia di riscatto di diversi nerazzurri, potrebbe essere la giusta ricetta per tornare dalla Capitale con un ottimo risultato. Già il rammarico per quello che doveva essere e non è stato è tanto e allora provarci con la forza della serenità.

Reja e Denis dopo la vittoria con il Sassuolo

Reja e Denis dopo la vittoria con il Sassuolo

A Roma vedremo un’Atalanta ridisegnata, se non nel modulo sicuramente negli uomini. Mancheranno infatti gli squalificati Pinilla, Biava e Cigarini, oltre agli infortunati Raimondi, Scaloni, Boakye, Cherubin e Bellini. Le alternative nel reparto arretrato non sono molte: Masiello è in vantaggio su Zappacosta nel ruolo di esterno destro arretrato, nella speranza che riscatti le ultime prestazioni poco incoraggianti, mentre Benalouane scala al centro al posto di Biava, a fianco di Stendardo con Dramè a sinistra. A centrocampo Baselli è in vantaggio su Migliaccio nel prendere il posto di Cigarini al fianco di Carmona, ma a questo punto molto dipenderà dalla disposizione del centrocampo giallorosso.

La novità dell’ultima ora è il ritorno tra i titolari di Estigarribia: il laterale sudamericano è rientrato contro il Sassuolo mostrandosi recuperato e mister Reja lo vuole lanciare per dargli ancora maggior fiducia, per migliorare così anche la forma fisica. Il resto degli uomini offensivi sono una conferma, con Gomez a sinistra e Maxi Moralez dietro a Denis.

La rovesciata di Denis nella partita con il Sassuolo

La rovesciata di Denis nella partita con il Sassuolo

Il Tanque è tornato, pare il problema fosse più mentale che fisico, ha affermato Reja in conferenza stampa e punta dritto verso la porta di De Sanctis: i colori giallorossi piacciono all’attaccante atalantino a segno 5 volte in 13 incontri contro i lupacchiotti. La Roma è passata dalla 2° alla 3° posizione, vuole approfittare del turno interno contro i nerazzurri e attende news da Torino, dove la capolista affronta proprio i biancocelesti. Crisi Roma? Beh, il negativo 2015 è sotto gli occhi di tutti, in più c’è curiosità nel vedere la reazione del tifo più caldo alla squalifica della Curva Sud e dopo la dura e apprezzabile presa di posizione del presidente Pallotta contro certi «tifosi». Brutta gatta da pelare per i capitolini, anche se quest’anno in casa atalantina non è stato tutto rose e fiori: testa bassa e pedalare, ci sarà un ambientino particolare e per gli uomini di Reja è un’occasione da sfruttare.

Probabili formazioni

Roma (4-3-3): 26 De Sanctis, 35 Torosidis, 2 Yanga-Mbiwa, 23 Astori, 25 Holebas, 4 Nainggolan, 20 Keita, 32 Paredes, 8 Ljajic, 10 Totti, 7 Iturbe. (1 Lobont, 28 Skorupski, 2 Yanga-Mbiwa, 3 Cole, 33 Spolli, 42 Balzaretti, 48 Ucan, 19 Ibarbo, 24 Florenzi, 27 Gervinho, 53 Verde, 88 Doumbia). All.: Garcia.

Atalanta (4-2-3-1): 57 Sportiello, 13 Masiello, 29 Benalouane, 2 Stendardo, 93 Dramè; 16 Baselli, 17 Carmona; 18 Estigarribia, 11 Moralez, 10 Gomez; 19 Denis. In panchina: 1 Avramov, 78 Frezzolini, 3 Del Grosso, 8 Migliaccio, 28 Emanuelson, 22 Zappacosta, 95 Grassi, 7 D’Alessandro, 9 Bianchi, 98 Kessie, 27 Rosseti. All.: Reja.

Arbitro: Gervasoni di Mantova.


© RIPRODUZIONE RISERVATA