L’Atalanta coltiva un sogno, anzi due Euforia da Champions e Coppa Italia

L’Atalanta coltiva un sogno, anzi due
Euforia da Champions e Coppa Italia

Momento di grazia sull’onda di risultati che permettono di pensare sempre più in grande.

Un solo punto dalla Champions, ovvero dal Milan che il destino vuole essere il prossimo avversario nell’anticipo casalingo di sabato sera a Bergamo. Ormai l’obiettivo Champions non è più un tabù nemmeno per i tifosi più scaramantici e anche i giocatori cominciano a crederci, tanto più che non costa nulla e anzi può essere un ottimo stimolo psicologico.

Quest’anno il campionato non è tutto, c’è un altro traguardo a portata di mano, la conquista della Coppa Italia, unico trofeo che già è presente nella bacheca dei nerazzurri. La storica vittoria a San Siro per 3-1 sul Torino, tripletta di Angelo Domenghini da Lallio, nel giugno 1963, risplende ancora nella bacheca anche se la memoria è ormai lontana.

In campionato ora l’Atalanta è al quinto posto, la Fiorentina, avversario della semifinale di Coppa, è decima distanziata di sei punti. Un vantaggio che si azzererà nella doppia sfida del 27 febbraio allo stadio Artemio Franchi e del 24 aprile a Bergamo, ma di certo non si può far finta di niente, per una volta si partirà da favoriti e con le carte in regola per arrivare in finale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA