Chievo-Atalanta finisce 1-0: due espulsi  Sportiello para un rigore, ma non basta
Sportiello para il rigore (Foto by Ansa)

Chievo-Atalanta finisce 1-0: due espulsi
Sportiello para un rigore, ma non basta

È finita male per l’Atalanta la sfida di Verona con il Chievo: 1-0 per i padroni di casa e nerazzurri che terminano il match addirittura in 9, per l’espulsione di Cherubin e Kurtic.
Chi è stato il migliore fra i nerazzurri? Vota il nostro sondaggio

Festeggia solo Sportiello che è riuscito a parare un dubbio rigore concesso al Chievo. Nell’azione precedente Cherubin era stato espluso per aver colpito Paloschi con una testata: rigore concesso perché il contatto è avvenuto in area.

Secondo successo consecutivo per il Chievo che torna dunque a fare bottino pieno al «Bentegodi» dopo tre mesi e mezzo. Decisivo il terzo gol stagionale di Birsa: il Chievo ha mostrato maggiore convinzione, soprattutto nella ripresa.

Si interrompe, invece, la serie positiva dell’Atalanta, reduce dai successi ottenuti contro Roma e Palermo e apparsa poco determinata. I nerazzurri hanno pagato cara la l’ingenuità di Cherubin che ha lasciato i compagni in dieci uomini al 21’ della ripresa per la testata a Paloschi, proprio nel momento di maggiore sofferenza. L’Atalanta ha chiuso in nove per un altra ingenuità nel finale di Kurtic: ammonito, ha applaudito l’arbitro, che lo ha subito espulso.

L’espulsione di Cherubin

L’espulsione di Cherubin

Reja ha dovuto fare a meno dello squalificato Migliaccio e degli infortunati Carmona, Conti, Dramè e Pinilla. Rientrato invece Grassi che hanno scontato il turno di stop. Confermato in avanti il tridente argentino Gomez, Denis e Moralez.

Ritmo gradevole ma tanto pressing da parte delle squadre e pochi spazi per poter costruire azioni pericolose. Al 19’ iniziativa di de Roon, che anticipa un avversario, si invola verso l’area avversario e prova il tiro mandando il pallone a lato. Al 23’ Birsa mette in mezzo, Cacciatore manca la deviazione e la palla taglia tutta l’area e si perde in fallo laterale. Ancora Chievo pericoloso al 33’ con un cross di Birsa da sinistra sul secondo palo, Paletta mette in angolo rischiando anche l’autogol.

Si sveglia dal torpore l’Atalanta e al 38’ Gomez con un gran tiro dalla distanza costringe Bizzarri a un intervento in due tempi. Un minuto dopo lo stesso Gomez conclude con un sinistro dal limite e la palla termina alta di poco. Il primo tempo si chiude a reti bianche.

Stessi uomini all’inizio della ripresa e identico tema tattico del match seppur con ritmi più bassi. Al 4’ contatto in area tra Meggiorini e Paletta, l’intervento sembra comunque sul pallone e non ci sono proteste. All’11’ rischia Paletta con un retropassaggio, ma Sportiello riesce ad anticipare Meggiorini.

Al 20’ primo cambio per Reja con Bellini al posto di Moralez. Al 21’ l’Atalanta resta in dieci per l’espulsione di Cherubin che colpisce con una testata Paloschi, mentre il pallone era in gioco; espulsione per l’atalantino e calcio di rigore per i veronesi; dal dischetto va lo stesso Paloschi che viene ipnotizzato da Sportiello.

La parata di Sportiello

La parata di Sportiello

Reja richiama Grassi e inseriesce un difensore in più, Stendardo. Al 29’ è ancora Sportiello a salvare l’Atalanta opponendosi con i piedi a un gran destro su punizione di Radovanovic.

Al 31’ Chievo in vantaggio: assist di Meggiorini da destra per Birsa che con un sinistro forte in area fa passare il pallone tra le gambe di Sportiello. Al 33’ esce tra gli applausi Meggiorini che lascia il posto a Inglese. Reja, invece, mette dentro Monachello al 34’ al posto di Raimondi. Al 36’ fuori nel Chievo anche Paloschi che lascia il posto a Mpoku.

L’ultimo cambio dei padroni di casa al 41’ con Rigoni al posto dell’uomo match Birsa. Al 43’ è proprio l’ultimo entrato a sfiorare il raddoppio con un tiro cross, Castro non arriva per un soffio sul pallone. Al 45’ l’Atalanta chiude in nove l’espulsione di Kurtic che viene ammonito da Pasqua e lo applaude subendo il secondo giallo.

Il tabellino
CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj, Birsa (41’ st Rigoni); Meggiorini (33’ st Inglese), Paloschi (36’ st Mpoku).
In panchina: Bressan, Seculin, Frey, Cesar, Sardo, Pinzi, Christiansen, Pellissier.
Allenatore: Maran

ATALANTA: (4-3-3): Sportiello; Raimondi (34’ st Monachello), Cherubin, Paletta, Brivio; Grassi (25’ st Stendardo), De Roon, Kurtic; Moralez (20’ st Bellini), Denis, Gomez.
In panchina: Radunovic, Bassi, Toloi, Masiello, Saugher, Estigarribia, Cigarini, D’Alessandro.
Allenatore: Reja

ARBITRO: Pasqua di Tivoli
RETI: 31’ st Birsa
NOTE: Giornata fredda, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 7 mila circa.
Espulsi: 21’ st Cherubin per una testata a Paloschi. Al 46’ Kurtic per doppia ammonizione.
Ammoniti: Dainelli, Radovanovic, Hetemaj, Raimondi, Grassi, Kurtic. Angoli: 4-1.
Recupero: 1’; 5’.
Al 22’ della ripresa Sportiello para un rigore a Paloschi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA