L’Atalanta scalda i motori per stasera La lunga volata verso l’Europa

L’Atalanta scalda i motori per stasera
La lunga volata verso l’Europa

È ora di tornare grande con le piccole dopo il pari con il fanalino. Turno infrasettimanale per il campionati di Serie A e l’Atalanta è attesa oggi, giovedì 4 aprile, dal posticipo delle 21 in casa contro il Bologna.

È ora di tornare grande con le piccole dopo il pari con il fanalino, lo chiede la lunga volata verso l’Europa. Turno infrasettimanale per il campionati di Serie A e l’Atalanta è attesa oggi, giovedì 4 aprile, dal posticipo delle 21 in casa contro il Bologna. Se n’è parlato pericolosamente poco alla vigilia della formazione rossoblù: il cambio in panchina, da Pippo Inzaghi a Siniša Mihajlović, ha senza dubbio scosso l’ambiente e le ultime tre vittorie sono lì a testimoniare che questa squadra ha gli attributi del suo mister e lotterà fino alla fine per evitare il terzultimo posto in classifica.

E proseguirà a farlo anche a Bergamo naturalmente, perché dopo il colpaccio con il Torino nulla è impossibile ai rossoblù, che tra le mura amiche nelle ultime due hanno battuto Cagliari e Sassuolo. Un gran bel momento per una formazione che proporrà dall’inizio Orsolini, ex di turno per il quale resta il rammarico nella scorsa stagione di non averlo visto inserito nel progetto atalantino. Soriano e Sansone stanno dando quella marcia in più, due uomini voluti da Pippo e che stanno aiutando a fare la differenza: guai a sottovalutare il Bologna e soprattutto a non affrontarlo al 110%.

Migliore formazione sia, lo ha affermato più di una volta mister Gasperini in sala stampa alla vigilia: indicativa la citazione riguardo agli uomini che hanno giocato meno e che possono dare qualcosa in più in questo finale di stagione. Ed ecco che spunta il nome di Reca, in ballottaggio per un posto da titolare per la prima volta in stagione con Gosens. «Ilicic ha riposato abbastanza», ha affermato uno scherzoso Gasperini, e allora il fantasista sloveno sarà fondamentale per scardinare il bunker felsineo, al fianco di Zapata e sostenuto da Papu Gomez. La volata è iniziata, l’Atalanta, eccetto Toloi, si presenta al completo e ancora una volta è il Bologna a mettersi di mezzo ai sogni di gloria nerazzurri. Già nel 2016/2017 in primavera la formazione di Gasperini si trovò di fronte i bolognesi battendoli 3-2 con un gol di Caldara nel finale e lanciandosi verso l’Europa: tradizione favorevole quella dei bergamaschi, che hanno vinto le ultime quattro sfide allo stadio di Bergamo dal 2013/2014.

Le probabili formazioni

Atalanta (3-4-1-2): 95 Gollini; 23 Mancini, 6 Palomino, 5 Masiello; 21 Castagne, 15 de Roon, 11 Freuler, 8 Gosens; 10 Gomez; 72 Ilicic, 91 Zapata. A disp.: 1 Berisha, 31 Rossi, 19 Djimsiti, 7 Reca, 33 Hateboer, 44 Kulusevski, 41 Ibanez, 17 Piccoli, 22 Pessina, 88 Pasalic, 99 Barrow. All. Gasperini.

Bologna (4-2-3-1): 28 Skorupski; 15 Mbaye, 23 Danilo, 4 Lyanco, 35 Dijks; 5 Pulgar, 16 Poli; 7 Orsolini, 21 Soriano, 10 Sansone; 9 Santander. A disp.: 1 Da Costa, 33 Calabresi, 3 Gonzalez, 18 Helander, 17 Donsah, 31 Dzemaili, 11 Krejci, 32 Svanberg, 91 Falcinelli, 24 Palacio, 8 Nagy. All. Mihajlović.

Arbitro: Rocchi di Firenze


© RIPRODUZIONE RISERVATA